25 ottobre, manifestazione Cgil: l'adesione viene anche dalla 'SinistraDem Campo Aperto' di Ancona

Offerte di Lavoro 2' di lettura Ancona 22/10/2014 - LAVORO DIGNITA' UGUAGLIANZA PER CAMBIARE L'ITALIA. Il 25 ottobre SinistraDem Campo Aperto della provincia di Ancona parteciperà alla manifestazione nazionale promossa a Roma dalla CGIL.

L'Italia, entrata nella spirale della recessione, ha bisogno di tornare a crescere su nuovi sentieri di sviluppo, creando lavoro per i giovani, per le donne e per tutti coloro che sono stati espulsi dai processi produttivi, riaffermando, al contempo il valore della dignità del lavoro.
La crisi che da anni logora e consuma le condizioni economiche e sociali del Paese, rischiando di minarne anche il tessuto democratico, è avvinghiata in politiche di austerità che stanno aggravando pesantemente le condizioni di vita delle famiglie, il futuro delle giovani generazioni, il bisogno serenità degli anziani. Fare riforme, contrastare la precarietà, disboscare la giungla contrattuale, immettere tutele in una visione universale del diritto e dei diritti è la strada giusta da percorrere nella convinzione che l’occupazione si crea con gli investimenti, con la crescita dimensionale delle imprese, con le innovazioni, con una nuova sinergia fra centri di ricerca e luoghi della produzione, con nuove politiche della formazione. In questo senso dovrebbero essere orientate anche le ingenti risorse derivanti dalla defiscalizzazione previste nella legge di stabilità attualmente distribuite in modo indifferenziato su tutte le imprese. Senza domanda e senza un “capitale umano” adeguato, non si fa sviluppo e non cresce la produttività del sistema.

La vera scommessa della modernizzazione e dell'innovazione italiana, prima ancora che in Parlamento, la cui piena autonomia va comunque rinnovata e salvaguardata, va giocata nel Paese, senza sterili contrapposizioni tra cittadini e istituzioni, con il coraggio, l 'intelligenza e la radicalità nell’innovare dalla parte giusta, ponendo attenzione alla qualità dei rapporti di lavoro, al giusto equilibrio fra i diritti e le tutele dei lavoratori, favorendo, al contempo iniziativa e attività imprenditoriali finalizzate alla qualificazione dello stesso sistema produttivo. Anche per per queste ragioni, è inutile, ingiusto e sbagliato, indebolire ulteriormente le garanzie contro i licenziamenti immotivati mettendo in discussione la possibilità del reintegro, per altro prevista, dalle normative dei più importanti Paesi europei, tantopiù in un quadro, di riforme e di risorse, indefinito.

Per un Paese meno disuguale e più giusto, regolato da una buona coesione sociale ed in grado di competere per qualità e innovazione nell’economia globale, serve, invece, allargare l’area delle tutele e dei diritti e, di pari passo, promuovere e facilitare l’attività imprenditoriale innovativa e qualificata, mettendo contemporaneamente al centro dell’agenda politica un serio contrasto all’evasione fiscale. Per questo raccogliamo l'Appello alla mobilitazione rivolto dalla CGIL ai rappresentanti delle Istituzioni, delle Forze Politiche, dell’associazionismo democratico, assicurando che non faremo mancare, in ogni sede, il nostro contributo.

Associazione SinistraDem Campo Aperto Provincia di Ancona






Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2014 alle 11:10 sul giornale del 23 ottobre 2014 - 2036 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aap6





logoEV
logoEV