Calcio: il fair play della Giovane Ancona di nuovo alla ribalta

calcio generico 2' di lettura Ancona 24/10/2014 - I Giovanissimi fanno cambiare idea all’arbitro che aveva espulso un avversario dell’USAP Agugliano Polverigi.

tutti i costi e a volte addirittura la violenza, un esempio di buona etica giunge di nuovo dal mondo dei ragazzi. E in particolar modo dalla Giovane Ancona. Sabato scorso la squadra Giovanissimi di mister Marco Impiglia si è resa protagonista di un gesto di grande fair play che deve essere preso da esempio dai più grandi. Siamo a inizio secondo tempo del big match di giornata, Agugliano Polverigi-Giovane Ancona, le due favorite del girone: l’ultimo duro scoglio per i dorici a quattro giornate dal termine della prima fase della stagione, una partita insomma importante per i ragazzi. L’arbitro, giovanissimo, espelle con un rosso diretto un giocatore dell’Agugliano Polverigi reo di aver detto una bestemmia in campo.

Il calciatore prova a spiegarsi, ma per il direttore di gara non ci sono scusanti: lui ha sentito l’imprecazione e da regolamento merita il rosso. A fare chiarezza ci hanno pensato però i giocatori della Giovane Ancona, che si sono avvicinati all’arbitro confermando che il calciatore di casa aveva detto una parolaccia, ma non una bestemmia, che dunque l’arbitro aveva frainteso e sentito male. A quel punto il direttore di gara ha preso atto, si è fidato della versione dei ragazzi dorici che scagionava il calciatore avversario ed ha avuto il coraggio di tornare sui suoi passi e far restare in campo il giovane dell’Agugliano Polverigi. Tanto per la cronca, il risultato in quel momento era di 0-0: per la Giovane Ancona sarebbe stato un vantaggio non di poco giocare i restanti 30 minuti in 11 contro 10. Alla fine la gara è terminata 1-1 con gol in rimonta firmato da Pantini. “L’arbitro –ha raccontato mister Impiglia- è stato bravo ad ascoltare i ragazzi in campo e a dare spazio alla loro sportività, sono orgoglioso dei miei giocatori. A fine gara la dirigenza dell’Agugliano Polverigi si è complimentata e ha assicurato che segnalerà il fatto alla Federazione con i ringraziamenti per il fair play dimostrato in campo.

E’ questo il calcio che vogliamo e va insegnato ai più giovani”. La Giovane Ancona col pareggio di Polverigi resta in testa al suo girone, ma soprattutto svetta nella classifica della sportività, dopo che l’anno scorso un altro giovane dorico sbagliò appositamente un calcio di rigore concesso erroneamente dall’arbitro. Molto soddisfatto dell’episodio tutto il gruppo dirigente ed in particolare il Presidente onorario Sergio Schiavoni che ha dichiarato: “sono molto contento di sapere che i ragazzi della Giovane Ancona sono bravi sia con la palla al piede che nel comportamento, l’impegno del nostro gruppo imprenditoriale per lo sport giovanile sta raccogiendo i frutti sperati”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2014 alle 00:39 sul giornale del 24 ottobre 2014 - 1511 letture

In questo articolo si parla di attualità, calcio, polverigi, agugliano, Asd Giovane Ancona Calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aawn





logoEV