Trasporto locale, ritoccate le tariffe dei biglietti. Si premia la fidelizzazione

2' di lettura Ancona 28/10/2014 - Ritoccate le tariffe del trasporto pubblico dal 1° gennaio 2015. Il Comune di Ancona mette mano al costo dei biglietti dopo un anno di tariffe invariate, adottando una politica di stimolo al servizio di trasporto pubblico locale che tenda ad incentivare l'utilizzo di mezzi pubblici.

Si è scelto di premiare la fidelizzazione dei passeggeri congelando le tariffe per gli abbonamenti annuali che riguardano principalmente le famiglie e gli studenti e istituendo l'abbonamento under-quattordici per i ragazzi che frequentano le scuole secondarie di primo grado.

Gli aggiustamenti riguarderanno principalmente il costo dei biglietti di corsa semplice che passano da 1,20 a 1,30 euro con l'aumento della validità temporale da 90 a 100 minuti; aumenta l'abbonamento ordinario mensile da 33 a 35 euro, mentre viene introdotto un nuovo titolo di viaggio “biglietto a corsa semplice” per una corsa salita/ discesa a 1,15 euro; penalizzato invece chi acquista il biglietto a bordo del bus con una maggiorazione che va da 1,50 a 3 euro. L'aggiornamento dei prezzi dei prezzi tiene conto inoltre della necessità di aumentare la capacità di finanziamento dei servizi aggiuntivi erogati dal Comune, così da mantenere gli attuali livelli di servizio.

Abbiamo rimodulato le tariffe adottando come filosofia non un aumento tout court, ma tenendo conto di determinate fasce sociali – famiglie e studenti – dove le tariffe sono invariate, incentivando l'utilizzo del mezzo pubblico attraverso l'introduzione del nuovo titolo di viaggio per gli under-quattordici - afferma Ida Simonella l'Assessore ai Trasporti e Conerobus - spendiamo come Comune ogni anno 700000 euro, lo scorso anno le tariffe sono state invariate, ora non si poteva più rimandare questa rimodulazione che farà incassare, secondo le proiezioni, 250.000 euro.

Viene infine introdotto il nuovo sistema di pagamento dei biglietti con la piattaforma MyCicero, attualmente utilizzata per i parcheggi cittadini, che permetterà attraverso un'applicazione sul cellulare o smarphone, di avere un credito disponibile da poter utilizzare per i titoli di viaggio. “Stiamo mettendo a punto la sperimentazione dell'applicazione MyCicero così da entrare anche in questo segmento di mercato - afferma Muzio Papaveri, presidete di Conerobus - infine, nell'ottica di prevenire coloro che salgono sul bus senza pagare il biglietto, stiamo acquistando tornelli di nuova generazione che possono essere installati anche in vetture che fanno tratte urbane, senza perdita di tempo per i passeggeri”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2014 alle 17:09 sul giornale del 29 ottobre 2014 - 2758 letture

In questo articolo si parla di attualità, Marco Porcu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaHv





logoEV