Ancona, Polenta (Verdi): "Rimodulazione tariffe bus, sbagliato parlare di salasso"

michele polenta 2' di lettura Ancona 29/10/2014 - Il giorno dopo la conferenza stampa sulla rimodulazione delle tariffe dei biglietti si è parlato subito di “stangata” o “salasso”.

Dal nostro punto di vista, perché quei piccoli aumenti che sono stati inseriti nei biglietti o negli abbonamenti, tutti sommati, andranno a coprire i costi per una futura efficienza, come per esempio l’inserimento dei tornelli. E’ facile prendere queste notizie e farne una campagna di protesta a proprio piacimento, ma non bisogna nascondersi dietro a un dito: chi prende l’autobus sporadicamente potrà sopportare la spesa di 10 centesimi in più, e chi invece prende l’autobus tutti i giorni è logico che faccia un abbonamento, il che significa che dovrà sopportare una spesa di 2 euro in più al mese, mentre sono rimasti invariati i prezzi degli abbonamenti superiori al mese di validità.

Guardando la cosa in questi termini non appare poi così terribile. Piuttosto che puntare il dito solo contro l’aumento del prezzo (e il Comune non aggiorna le tariffe dal 2010) sarebbe opportuno volgere lo sguardo anche a quella che sarà la riorganizzazione del trasporto: è stato inserito il biglietto di corsa semplice a 1,15 euro (e quindi logicamente, a chi deve fare avanti e indietro, conviene comprare il biglietto ordinario da 1, 30 euro); è stato introdotto un abbonamento mensile per gli under 14; è partita la sperimentazione del pagamento del biglietto tramite smartphone/tablet grazie all’app MyCicero e soprattutto saranno sperimentati dei tornelli di ultima generazione per evitare che si possa salire sul bus senza il biglietto.

“I tornelli e l’app MyCicero - spiega il consigliere comunale dei Verdi Michele Polenta - sono quei passi che rendono più efficiente il servizio di trasporto che fino ad oggi è rimasto fermo rispetto ai tempi che avanzano. Se non si riesce a comprare il biglietto nella rivendita lo si può sempre fare comodamente tramite cellulare e chi non ha il biglietto non potrà salire più sul bus grazie ai tornelli. Io, personalmente, se devo pagare un po’ di più un servizio, sapendo però che tutti lo pagano allo stesso modo, sarei felice di farlo e credo che molti altri la pensino come me. L’assessore Simonella si è sempre dimostrata una persona capace di cui ho profonda stima. Quando si è insediata questa nuova Amministrazione sapevamo che la situazione Conerobus non era delle più rosee, ma adesso, dopo un primo rodaggio tra riorganizzazione e sistemazione dei conti, è tutto pronto per far evolvere in meglio l’azienda e quindi anche il servizio”.

Michele Polenta Capogruppo Verdi Consiglio comunale - Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2014 alle 16:49 sul giornale del 30 ottobre 2014 - 1221 letture

In questo articolo si parla di politica, Michele Polenta, verdi ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaLb





logoEV
logoEV