contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

D'Angelo (La Tua Ancona): "La situazione Ospedale Salesi merita una riflessione"

3' di lettura
1090

Italo D'Angelo

Lo scorso 14 aprile, dopo ripetute richieste e commissioni ,abbiamo fatto un Consiglio Monotematico sulla Sanità. Quando il dott. Galassi ha esposto - dopo l'intervento dell'Assessore Mezzolani - il suo piano di trasferimento del Salesi ha mostrato un disegno di massima del Nuovo Salesi.

Ed io ho fatto un intervento sottolineando che il bambino non può essere trattato alla pari dell'adulto. Lo affermano trattati di psicologia e la legge prevede "per i minori " tutele particolari. Siamo usciti dal Consiglio Comunale con un "vogliamoci bene "e tutto a posto": andiamo avanti",certi che la Regione avrebbe svolto il suo compito in tempi solleciti e nel senso auspicato dai cittadini e dalle Associazioni a tutela dei bambini, pure intervenute sul tema.

Da aprile a qualche giorno fa silenzio, poi la comunicazione del Sindaco. Una vera doccia fredda. Una informativa ,questa volta, articolata,resa esaustiva nella Commissione sulla Sanità che ha dissipato ogni nostro dubbio. D'altra parte" le carte della Regione "ovvero la lettera dei primari sulla opportunità di un trasferimento totale del Polo e la relazione dell'ingegnere, che attesterebbe la pericolosità del Salesi non le abbiamo lette nè sembrerebbero averlo fatto il Sindaco e l'Assessore che pure le hanno reiteratamente e formalmente richieste. A questo punto: se i soldi per il Nuovo Salesi non ci sono più e la spesa preventivata per il Nuovo Salesi sarebbe salita da 42 a 50 milioni, nessuno pensi di poter scippare gli oltre 20 milioni di euro già assegnati dal Ministero della Salute per la costruzione del Nuovo ,magari a favore di altre realtà territoriali, perché Ancona non ci sta a farsi - ulteriormente -portar via eccellenze o risorse a beneficio di altre realtà che godono della protezione di politici più aggressivi e preparati.

Ma il Salesi non è una risorsa solamente della Città capoluogo o delle Marche perché da anni è riferimento anche per i piccoli pazienti provenienti dal Centro Italia e dall'estero e ridurlo ad una corsia di Torrette sarebbe un grande errore. Il silenzio dei "baroni della Medicina" su questa vicenda è a dir poco preoccupante. Noi riteniamo che se i soldi del Ministero non bastano per il Nuovo Salesi, allora si spendano per mettere a norma il Vecchio Salesi, trasferendo i soli Reparti di Ginecologia ed Ostetricia.

Eviteremmo così che al centro della Città ,per qualche altra decina di anni, si debba guardare ad un grande contenitore di spazi vuoti ,così come oggi siamo costretti a guardare all'ex Lancisi o all'ex INRCA , all'ex Umberto I, al Tambroni, ex IPSIA, ex Angelini ,ecc. ecc. Ci si chiede perché debba occuparsi di questo Polo di eccellenza pediatrica il Ministero della Salute?! E chi se non il Ministro della Salute deve occuparsi di preservare per la intera Comunità marchigiana e italiana un Polo di Eccellenza che rischia di essere distrutto da una politica che appare non all'altezza del proprio compito?! Noi abbiamo votato i nostri rappresentanti in Regione, perché si occupino di noi e delle nostre famiglie. Abbiamo affidato loro il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti.Se essi non sanno o non vogliono dare risposte ai problemi , se sanno aguzzare l'ingegno per solo scopo campanilistico o attaccamento alla poltrona, sappiano che le elezioni regionali sono alle porte e sarà bene per loro che incomincino a fare le valigie e a preoccuparsi del loro futuro.



Italo D'Angelo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2014 alle 01:29 sul giornale del 01 dicembre 2014 - 1090 letture