Zinni ad Ancona,“Pronti alla sfida senza essere incollati alla poltrona!”

2' di lettura Ancona 14/12/2014 - Grande partecipazione ieri sera ad Ancona al NH Hotel per la manifestazione proposta da Giovanni Zinni, Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale: circa duecento persone hanno assistito e partecipato poi con numerose domande all’evento. Durante l’incontro, molto applaudito nel corso della serata, è stato presentato il quaderno “Sintesi delle attività di mandato 2010-2015 del Consigliere Giovanni Zinni”, un vero e proprio spaccato non solo delle attività di Zinni ma di tutto il Consiglio Regionale..

Ma si è parlato anche di presente e di futuro: il giornalista Alberto Bignami ha intervistato Giovanni Zinni, toccando vari argomenti. Durante la legislatura Zinni è intervenuto molto sul tema della sanità con le battaglie contro le liste di attesa, la mobilità passiva e il clientelismo nelle assunzioni ma anche sul welfare per i disabili e per il trasporto sanitario alle Anpas e misericordie, il contrasto alle nuove povertà, il riequilibrio fra cittadini italiani e residenti extracomunitari nelle assegnazioni delle case popolari e dei servizi sociali e sulla sicurezza con il potenziamento delle polizie locali.

Soddisfazione anche per la legge proposta da Zinni e approvata per il Giorno del Ricordo del 10 febbraio che celebra le vittime delle Foibe e il martirio degli Esuli Giuliano Dalmati, che arrivarono in gran numero proprio nelle Marche. Si è poi parlato della destra italiana che, come ha ribadito Zinni, “ha una storia di lotta ferrea alle mafie che dimostrerà anche questa volta. Alemanno non è un mafioso né un ladro vedrete”. Si è affrontato anche il tema alleanze, dove Zinni vedrebbe bene “una coalizione ampia, oltre il centrodestra ed anche con Spacca ed i suoi amici, ma con un candidato a Presidente della Regione nuovo, un progetto di governo nuovo e, soprattutto, un rinnovamento delle classi dirigenti dei partiti con più giovani. Se dovessi trovare una cornice che non mi piace non è detto che io ci sia alle regionali. Sono pronto alla sfida senza essere incollato alla poltrona!”.

Infine un focus sulle regioni “che non avranno vita lunga: intanto dico di lasciare alle Regioni l’indirizzo e la programmazione della sanità, ridandone la gestione allo Stato centrale perché quella regionale è stata il vero spreco e fallimento della politica. Le Marche sono fra le prime tre in Italia ma oltre metà delle regioni sono commissariate: un primato quindi che serve a poco e poi di sprechi, nella sanità marchigiana, ce ne sono stati a bizzeffe.”


da Giovanni Zinni (AN-FDI)
Consigliere Regionale Marche







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2014 alle 16:56 sul giornale del 15 dicembre 2014 - 1462 letture

In questo articolo si parla di politica, giovanni zinni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acU3


Alberto Orioli

15 dicembre, 08:26
Non dimenticate, nel quaderno di Zinni, questi altri suoi 2 capolavori...

Ebola nelle Marche...
http://www.vivereancona.it/index.php?page=articolo&articolo_id=492339

L'amico Alemanno...
http://www.vivereancona.it/index.php?page=articolo&articolo_id=419142


Ciao.