contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Giornata della trasparenza: una lettera aperta...

4' di lettura
703

Lettera

Giornata della trasparenza organizzata congiuntamente dai Comuni di Ancona, Chiaravalle, Fabriano, Jesi e Senigallia domani, venerdì 19 dicembre, con inizio alle ore 16, presso la Sala conferenze della Biblioteca Antonelliana di Senigallia. Una lettera aperta.

Dall'avviso pubblicato alcuni giorni fa sul sito del Comune di Senigallia, risulta che venerdì 19 dicembre, a partire dalle ore 16, si svolgerà la "Giornata della Trasparenza" organizzata cumulativamente dai suddetti Comuni. Al riguardo, ho ritenuto opportuno come cittadino che ha effettuato studi ed approfondimenti in merito alle recenti norme statali riguardanti la trasparenza, anticorruzione ed integrità nelle Pubbliche Amministrazioni (es. D. Lgs 150/2009; Legge 190/2012; P.N.A.; D. Lgs 33/2013, ecc) ed alle conseguenti Delibere emanate dalla Civit (Commissione Indipendente Valutazione integrità e Trasparenza nelle Pubbliche Amministrazioni), ora Anac (Autorità Nazionale Anticorruzzione) illustrare - ai lettori interessati che non hanno avuto l'opportunità di approfondire gli argomenti - a titolo esclusivamente informativo, alcuni tratti delle più significative delibere Civit che hanno disciplinato l'argomento: A) Delibera Civit n. 2 del 5.1.2012: Linee guida per il miglioramento della predisposizione e dell’aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità. “Le Giornate della trasparenza, espressamente previste dal decreto Legislativo 150/2009, sono strumenti di coinvolgimento degli stakeholder per la promozione e la valorizzazione delle trasparenza nelle pubbliche Amministrazioni.

Esse rappresentano un momento di confronto e di ascolto per conseguire due degli obiettivi fondamentali della trasparenza:

a) la partecipazione dei cittadini per individuare le informazioni di concreto interesse per la collettività degli utenti b) il coinvolgimento dei cittadini nell’attività dell’amministrazione al fine di migliorare la qualità dei servizi e il controllo sociale.

Le Giornate non devono essere organizzate come occasioni di confronto fra i soli addetti ai lavori o come convegni, ma come incontri caratterizzati in termini di massima “apertura” ed ascolto verso l’esterno delle amministrazioni. Il decreto prevede che i destinatari delle giornate siano le associazioni di consumatori o utenti, centri di ricerca e ogni altro osservatore qualificato e che il contenuto essenziale delle giornate sia la presentazione del piano della performance e della relazione sulla performance. Nel corso delle giornate è opportuno siano illustrati anche altri documenti, a cominciare dal Programma triennale per la trasparenza e l’integrità o dalle risultanze delle indagini sul benessere organizzativo.

Per evitare, inoltre, che le Giornate della trasparenza si riducano a momenti di confronto occasionali le amministrazioni dovranno porre particolare attenzione sia all'attività preparatoria delle Giornate, sia a quella di elaborazione dei contenuti emersi dal confronto con i soggetti invitati. Per la preparazione delle Giornate sono di indubbio rilievo: a) l’individuazione dei soggetti esterni ed interni che si vogliono coinvolgere e le modalità nonché i criteri di selezione di tali soggetti. Si segnala, in proposito, che questi eventi, da un lato, possono essere rivolti a singole tipologie di stakeholder e, dall’altro, possono rappresentare un’occasione per raggiungere anche cittadini che, per motivi di diversa natura, non utilizzano tecnologie informatiche;

b) la preparazione dei contenuti delle Giornate, eventualmente coinvolgendo in via preventiva gli stakehoder (interni ed esterni) - mediante, ad esempio, questionari ed incontri - per finalizzare l’organizzazione di tali Giornate alle concrete esigenze di conoscenza dei partecipanti;

c) la possibilità di consentire interventi dei partecipanti e uno spazio adeguato al dibattito. Il significato principale delle Giornate si traduce nella capacità dell’amministrazione di utilizzare gli elementi risultanti dal confronto per la rielaborazione annuale dei documenti del ciclo della performance e per il miglioramento dei livelli di trasparenza. È, pertanto, importante che l’amministrazione indichi già nel Programma triennale le modalità di raccolta, di analisi e di elaborazione dei feedback emersi nel corso delle stesse. È poi rimessa alle singole amministrazioni la possibilità di organizzare Giornate della trasparenza su temi specifici, così come le stesse amministrazioni possono decidere di rivolgere talune giornate a singole tipologie di stakeholder…Omissis…."

Mi auguro una ampia partecipazione dei cittadini, vista l'importanza dell'evento. Un caro saluto ed Auguri di Buon Natale e Buon Anno a tutti i lettori.



Lettera

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2014 alle 16:44 sul giornale del 19 dicembre 2014 - 703 letture