contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Eusebi e Signorini: "Traffico e sicurezza, i vigili di Ancona vanno ascoltati"

2' di lettura
1308

paolo eusebi

Ad Ancona gli agenti della municipale nel giorno di san Sebastiano, patrono degli agenti della polizia locale, le terga alle autorità ed alla Mancinelli non le hanno mostrate. Non c’è stato il gesto eclatante di chi ritiene d’essere bistrattato o peggio ancora penalizzato dall’’esecutivo.

Quello che stanno però pensando di fare non va assolutamente sottovalutato. Chiedere infatti di essere trasferiti in massa in altri uffici comunali equivale infatti ad una sofferta ma dichiarata pericolosa smobilitazione che la città non merita. C’è però da sottolineare che alle strutturali carenze d’organico ed all’invecchiamento naturale degli appartenenti al Corpo si sono aggiunti nuovi servizi ( il serale era e resta indispensabile) mentre sul piano economico sono stati imposti determinati sacrifici. Nonostante qualche episodio che ha coinvolto pochissimi uomini del Corpo e che ha visto purtroppo il silenzio assordante della giunta, le malattie diplomatiche o le trasfusioni di fine anno non abitano nel capoluogo.

Tanto che quel galantuomo di Fioranelli è riuscito finora a non affondare. Ora c’è però bisogno che l’Amministrazione intervenga in maniera immediata ed incisiva coinvolgendo tutte le forze del Consiglio comunale proprio perché garantire la piena operatività del Corpo e tutelare la sicurezza dei cittadini non è prerogativa della destra o della sinistra bensì di tutte quelle forze che hanno a cuore il benessere della città. In particolare occorre riorganizzare il Corpo ed analizzare possibili nuove forme contrattuali per mettere immediatamente su strada agenti giovani e preparati attingendo dalle graduatorie molti di coloro che hanno già seguito corsi specifici di specializzazione.

Part time, voucher, magari una forma contrattuale ad hoc da definire a livello regionale. Il direttore generale è pagato per pensare, anche a questo!!! Insomma, l’imperativo è più vigili sulle strade. Per regolare sosta e traffico ma anche per dare maggiore sicurezza ai cittadini, anche nelle frazioni. Le telecamere non bastano, ci vuole una presenza discreta ma puntuale. Come quella che fino ad oggi i nostri vigili hanno sempre contribuito a garantire e che dovranno continuare a fare nel segno e nel solco della loro gloriosa.

Roberto Signorini - Marche 2020, già assessore alla polizia municipale del Comune di Ancona

Paolo Eusebi, consigliere regionale



paolo eusebi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2015 alle 14:16 sul giornale del 23 gennaio 2015 - 1308 letture