contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: parco del Cormorano, demolito il container fatiscente e ripulita a fondo l’area all’ingresso

1' di lettura
1316

parco del Cormorano
Due settimane fa su imput della Giunta Comunale il personale di Marche Multiservizi ha provveduto alla demolizione di un prefabbricato nei pressi del ponte sul fiume Esino.

Il container fatiscente, situato a ridosso dell'argine del fiume Esino, all’altezza del ponte pedonale e nei pressi dell'accesso al parco del Cormorano, è stato demolito alla presenza delle forze dell'ordine. Alla fine della scorsa settimana infine il cumulo di macerie che restava nell’area è stato sgomberato dal personale di MMS. Oltre che ad eliminare una situazione di degrado l’intervento predisposto dall’Amministrazione ha di fatto interrotto anche un utilizzo improprio ed illegale del prefabbricato che, stando alle segnalazioni dei residenti ed agli accertamenti operati dagli agenti della Polizia Locale, veniva utilizzato da un transessuale che all’interno vi esercitava l’attività di meretricio e vi accoglieva i clienti. Attraverso questo intervento si elimina quindi una sacca di illegalità e si restituiscono ordine e dignità ad un angolo di Falconara che introduce al Parco del Cormorano e alla pista ciclabile. Si alzano inoltre i livelli di attenzione e si garantisce maggiore sicurezza ai residenti della zona e a tutti i frequentatori del parco, della pista ciclabile e del fiume Esino.

“La situazione di criticità era da tempo sotto osservazione della polizia municipale e delle forze dell’ordine – il vicesindaco con delega alla sicurezza Clemente Rossi -. L’uso che veniva fatto del prefabbricato era diventato intollerabile ai fini della sicurezza e del decoro civile. Siamo intervenuti per stroncare una serie di comportamenti inaccettabili e per tutelare i fruitori del parco ed i residenti della zona”.



... parco del Cormorano


parco del Cormorano

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2015 alle 16:54 sul giornale del 04 marzo 2015 - 1316 letture