contatore accessi free

Anche i dipendenti provinciali di Ancona a Roma per la manifestazione nazionale. Presente anche la Camusso

1' di lettura Ancona 12/04/2015 - Sabato 11 aprile 2015 una cinquantina di dipendenti provinciali anconetani hanno partecipato a Roma alla manifestazione nazionale promossa dai sindacati dei lavoratori CGIL, CISL e UIL.

Sono molte le ragioni che hanno portato alla convocazione della manifestazione, la prima in centocinquanta anni, da parte di un’intera categoria di lavoratori del pubblico impiego, ma riconducibili a due grandi preoccupazioni: la perdita del posto di lavoro e la difficoltà di poter continuare a garantire i servizi alla Collettività, in presenza dei numerosi tagli di risorse che, verosimilmente, porterà entro l’anno almeno quaranta Province al dissesto finanziario, autentico anticamera per la disoccupazione.

A coloro che dicono che non vi devono essere preoccupazioni riguardo alla perdita del posto di lavoro, la presenza dei dipendenti della Province di Vibo Valentia e di Biella, che non percepiscono lo stipendio da alcuni mesi, ha ricordato a tutti la drammaticità di questa situazione.

Alla manifestazione, alla quale hanno preso parte cinquemila dipendenti provinciali provenienti da tutta Italia, si sono susseguiti molti appassionati interventi di lavoratrici e lavoratori, che hanno gridato la loro rabbia verso un futuro sempre più carico di incertezza. Era presente, tra gli altri, la Segretaria Confederale Susanna Camusso.

Massimo Cortese – Dipendente provinciale di Ancona


   

da Massimo Cortese




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2015 alle 18:35 sul giornale del 13 aprile 2015 - 1146 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, Massimo Cortese, susanna camusso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ahW1





logoEV
logoEV
logoEV