contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: FBC e CIC, Bilancio consuntivo 2014 "Voto contrario"

4' di lettura
1347

Riccardo Borini
Mercoledì 29.04.2015, in un aula deserta, è stato approvato il Bilancio a consuntivo 2014 del Comune di Falconara Marittima. Ecco le motivazioni che ci hanno portato al VOTO CONTRARIO.

Probabili debiti fuori bilancio 2014: Il mancato introito dei fondi regionali 2015 (già spesi dai Comuni nel 2014) per la disabilità (LR 18/96) e per i minori in comunità (LR 7/94) creeranno dei debiti fuori bilancio. SERVIZI SOCIALI Per i minori in comunità educativa abbiamo dovuto mettere a Bilancio oltre 700.000 euro, una cifra molto alta se raffrontata con altri Comuni della provincia. Contributi alle famiglie ne hanno beneficiato solo ¼ degli aventi diritto per mancanza di risorse sufficienti. A fine 2014 è stata inaugurata la Residenza protetta Visentini con 60 posto letto (PL) ma occorre ribadire che solo 20 PL sono convenzionati con una retta giornaliera di 33 euro. Gli utenti che sono collocati negli altri 40 PL pagheranno 66 euro al giorno con una retta che supereranno i 2000 euro mensili, che in tempi di crisi non tutti si possono permettere. Il Centro diurno per anziani non autosufficienti ha una retta giornaliera di 35 euro al giorno (retta mensile di oltre 1000 euro) contro gli 8 euro al giorno della stessa struttura operante nel comune di Ancona. Il progetto sollievo per la salute mentale (Ambito territoriale sociale 12 capofila Comune di Falconara) è stato finanziato con 10.000 euro in meno che, conseguentemente, hanno fatto perdere ulteriori 10.000 euro del quota/finanziamento regionale (la cui erogazione è strettamente connessa alla reale disponibilità di quella del Comune). Pertanto la perdita a danno di cittadini con problemi di salute mentale e loro famiglie ammonta al di 20.000 euro.

ALLOGGI DI EMERGENZA Sono solo 5 e non sappiamo quanti a tutt’oggi sono stati effettivamente consegnati. FONDI EUROPEI Più volte si parla negli obiettivi 2014 e nel piano delle performance di maggiore utilizzo di fondi europei. Non è stato costituito un ufficio ad hoc e non mi risulta che nel 2014 si sia partecipato a nessun bando europeo. In una situazione di bilancio così difficoltosa per mancanze di risorse questa negligenza è davvero assurda! SICUREZZA URBANA La situazione sicurezza è evidenziata ogni giorno da fatti da non sottovalutare e con una percezione di insicurezza diffusa tra i cittadini. Si è proceduto all’assunzione di tre nuovi vigili ma non si è trovato il modo di sperimentare su 2 quartieri un vigile di quartiere almeno per un periodo breve per poter operare scelte politiche future alla luce di una sperimentazione concreta.

TRASPARENZA E COMUNICAZIONE - SITO WEB Si sono spesi 14.000 euro per il nuovo sito comunale. Il Sindaco aveva detto che il nuovo sito sarebbe stato in linea a fine 2014, ma non è stato così. Inoltre sul sito la bussola della trasparenza a tutt’oggi sul nostro sito istituzionale ci sono le 66 facce rosse per 66 inadempienze scadute da molto tempo rispetto alla normativa sulla trasparenza e sull’anticorruzione. RIDUZIONE DELLE EMISSIONI INDUSTRIALI (obiettivo 2014-16) In una recente assemblea il Sindaco ha detto pubblicamente di impegnarsi sull’abbassamento delle emissioni industriali con particolare riferimento al benzene, ma non sappiamo che cosa ha fatto fino ad oggi.

TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA In questo obiettivo 2014-2016 troviamo il problema piccioni e il rischio amianto e nulla di più. Nella riunione del 26.02.2015 il Sindaco si è impegnato a richiedere i nuovi dati sulla cause di malattia e di morte (in riferimento alla nostra città di Falconara) in possesso dell’Osservatorio Ambientale Regionale che fa capo all’ARPA Marche. A tutt’oggi ci risulta che non sia partita nessuna richiesta in tal senso.

RIFIUTI Se consideriamo il livello di raccolta differenziata del 65% imposto dalla normativa ai Comuni, il Comune di Falconara arranca ed i dati dei Report annuali della Regione Marche sono impietosi: 2011: 32,32% di differenziata 2012: 41,19% 2013: 46,59% Per il 2014 non c’è ancora il Report della Regione e prendiamo per buoni i dati dell’Assessore all’Ambiente che danno il 52% di raccolta differenziata. L’inefficienza del sistema di raccolta del Comune/Marche Multiservizi e la mancata raccolta con il sistema del porta a porta esteso a tutta la città, stanno annualmente determinando un aggravio di spesa per il Comune a causa del conferimento di molte tonnellate in più di rifiuti in discarica. Questo ha una ricaduta diretta sulla tasche dei cittadini dalle quali sono state prelevati rispettivamente circa 150.000 € in più nel 2013 e circa 100.000 € in più nel 2014.

Staff liste civiche Falconara Bene Comune & Cittadini in Comune



Riccardo Borini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2015 alle 11:52 sul giornale del 04 maggio 2015 - 1347 letture