contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

I bambini del Salesi "poliziotti" per un giorno. Il Questore Capocasa consegna tablet ai piccoli pazienti

2' di lettura
1197

Il Questore di Ancona Oreste Capocasa premia i piccoli "investigatori" del Salesi con tablet. Festeggia con il "futuro del nostro Paese" l'anniversario della fondazione della Polizia di Stato prima della cerimonia ufficiale. Patronesse, personale sanitario e polizia si mostrano uniti.

È con i bambini del Salesi che la Polizia di Ancona celebra, con un giorno di anticipo, il 163° anniversario della fondazione del Corpo in una festa di colori. Poliziotti, piccoli pazienti e loro genitori, sventolano, al centro della sala d’aspetto, insieme al personale sanitario, un variopinto tendone ricco di palloni multicolori, circondati da pupazzi di palloncini con la bandierina “W la Polizia”. Poi il Questore, Oreste Capocasa, dà il là a un piccola caccia al tesoro. Risultato: tutti vincitori e premiati con la consegna di un “Diploma del piccolo Investigatore” e di un tablet Clementoni. Ma vengono donati giochi anche per i reparti in generale. Il capo della Polizia dorica ringrazia i medici e le Patronesse e spiega l’importanza di questo incontro con i bambini – che è lui stesso a premiare - con il detto dei pastori kenioti “la terra non ci è stata data dai nostri padri, ci è stata prestata dai nostri figli. Insomma i bambini sono il futuro del nostro Paese”. Nè all'evento sono mancati un gruppo di poliziotti, un equipaggio automontato della Polizia Stradale, ma anche i Cinofili ed alcuni rappresentanti del Reparto Mobile di Senigallia e al personale del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica.

Particolarmente compiaciuti dell’evento la direttrice sanitaria dell’Ospedaletto Nadia Storti – “abbiamo colto con grande piacere questa visita e stiamo facendo vedere quello che di bello e di buono si cerca di fare per i nostri bambini” – e il Primario di Chirurgia Pediatrica Martino Ascanio – “servizio pubblico e sanità sono due servizi importantissimi. Questo è il momento di testimonianza del fatto che funzionano bene e si riconoscono l’uno con l’altro”.

Le Patronesse ricambiano i regali con la consegna al Questore di un libro narrante la storia del Salesi. Subito dopo i bambini possono uscire sul piazzale interno per diventare colleghi per un giorno dei Poliziotti, che li fanno salire sulle moto accendendo le sirene e gli consentono di provare i giubbotti di protezione. A chiudere la festa uno spettacolo di clownerie e magia dei “dottori del sorriso” del Salesi.





Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2015 alle 12:19 sul giornale del 22 maggio 2015 - 1197 letture