contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Agostinelli (M5S): soppressione AP di Ancona. "Come al solito, le cose che funzionano vengono prese da qualcun altro"

2' di lettura
1208

Donatella Agostinelli alla Camera dei Deputati
La notizia della riorganizzazione dei porti da parte del Governo è un duro colpo per la nostra città e la nostra regione: l'Autorità Portuale di Ancona, una delle poche cose che ha funzionato nel nostro territorio, producendo utili reinvestiti localmente, verrà accorpata con Trieste, Venezia e Ravenna, perdendo autonomia decisionale.

Con questa nuova governance ministeriale, verrà a cessare ogni possibilità del Comune e degli Enti locali di interagire nelle decisioni, compreso il Piano regolatore del porto che verrà approvato dall'Autorità Nord Adriatico. Che ne sarà delle tante proposte delle varie associazioni di cittadini per liberare il waterfront o per realizzare il museo del mare? Quali prospettive avranno i lavoratori e le tante aziende locali che lavorano per il porto?

I partiti delle cricche e degli inquisiti non potevano certo lasciarsi sfuggire l'occasione di mettere le mani su un'attività che produce ricchezza come quella dei porti, ed ecco che ora si apprestano a togliere tutte le autonomie dei territori per spartirsi appalti, incarichi e soldi che fino ad ora ricadevano sul territorio ma che da domani saranno bottino degli amici degli amici di burocrati e politicanti. La storia millenaria della nostra città racconta che il porto di Ancona, grazie alla fermezza degli anconetani, ha goduto di autonomie anche quando eravamo sotto altri domini.

E' ora che la città faccia sentire la sua voce e si ribelli a questa vergogna, prima che le venga strappato il cuore: il porto. Il MoVimento 5 stelle, a livello locale e a livello nazionale è disponibile ad attuare iniziative per contrastare la "controriforma" sui porti che avviene mediante il Piano Strategico dei Porti e della Logistica redatto in contrasto con la legge 164/2015 che prevede la possibilità di razionalizzare, anche mediante accorpamenti le Autorità Portuali, ma "ai sensi della legge 84/94. L'ennesima violazione di legge da parte del Governo che fa seguito agli innumerevoli Commissariamenti delle A.P. (attualmente 9, ultima quella di Livorno, pochi giorni fa).



Donatella Agostinelli alla Camera dei Deputati

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2015 alle 00:10 sul giornale del 25 maggio 2015 - 1208 letture