contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
Spazio elettorale autogestito

Regionali: Ceriscioli, "C'é chi lavora per il cambiamento e chi sa dire solo no"

2' di lettura
886

'Noi siamo una squadra che sta costruendo un progetto per le Marche. C'è chi lavora per il cambiamento, come il Partito Democratico, e c'è chi dice tanti no e porta i voti sui tetti del palazzo senza tradurli in progetti concreti'.

'Una demarcazione tra chi dice di no a tutto e chi è pronto a tutto e chi, come il centrosinistra, vuole garantire 5 anni di buon governo. Ieri ero a Civitanova. Un incontro con 700 persone. Per questo i 5 stelle non possono darci lezioni di democrazia, non le accettiamo da chi è stato scelto con 200 click. Poi è inutile che scelgano di tagliarsi lo stipendio se poi passano il loro tempo a non fare nulla. Noi dobbiamo governare e portare avanti i cambiamenti che servono al Paese per agganciare la ripresa. Dall'altra parte abbiamo la destra che cavalca il malcontento e trova capri espiatori tra chi viene nel nostro paese per necessità o per fuggire da una guerra. Il nostro ex presidente ha scelto dopo 20 anni di ricandidarsi con forza Italia. L'uomo che si vantava di essere scelto da Moro ora si trova nelle braccia di Berlusconi e Brunetta. Anche qui vorrei sapere come è stato scelto, si è incoronato da solo. Noi, invece siamo qualcosa di utile per nostra comunità e dobbiamo lavorare fino all'ultimo giorno perché siamo consapevoli di essere l'unica forza in grado di governare. Ma dobbiamo vincere bene. Se il governo nazionale ha abolito il Porcellum qui abbiamo il Marchegianellum. Voglio fare un appello alla partecipazione e al voto utile. Ci servono quei voti che ci permettono di portare avanti quei processi di riforma e cambiamento per permetterci di tornare a crescere. La nostra carta vincente sarà la squadra. Il legame tra governo nazionale e i nostri parlamentari europei'. Lo afferma Luca Ceriscioli durante la conferenza stampa con Orfini e Rosato.



Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 28-05-2015 alle 00:55 sul giornale del 28 maggio 2015 - 886 letture