"Più personale" è la richiesta del Siulp al governo. L'incontro con il deputato Lodolini

1' di lettura Ancona 01/08/2015 - Il SIULP continua il percorso intrapreso al fine di “portare più sicurezza” nella provincia di Ancona incontrando l’On. Lodolini. Sensibilizzare le Istituzioni ed i politici locali sulla necessità di rinforzare il personale della Questura di Ancona e gli Uffici periferici con nuove assegnazioni, è la priorità.

La carenza di personale è una realtà innegabile che porta necessariamente in sofferenza i principali uffici investigativi e quelli preposti al controllo del territorio. Oggi, dove l’allerta terrorismo è massima e quella dell’immigrazione sta arrivando a livelli insostenibili abbiamo bisogno di più uomini/donne per tali attività. Oramai “la coperta è corta” ed il SIULP intende portare tale problematica direttamente a Roma. Ecco perché, il SIULP, ha coinvolto sull’argomento, uno dei principali politici di Governo locali, l’On. Lodolini.

Un confronto, quello del 31 luglio, costruttivo e proficuo per entrambi su un argomento delicato come la sicurezza. L’Onorevole ci ha assicurato il suo massimo impegno al fine di garantire ai cittadini anconetani il giusto livello di sicurezza confidandoci che nelle prossime settimane, incontrerà il Questore di Ancona, con cui affronterà anche le problematiche segnalate dal SIULP. Il SIULP, ringraziando l’On. Lodolini della disponibilità dimostrata, continuerà la propria azione sul territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2015 alle 17:16 sul giornale del 03 agosto 2015 - 899 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, sindacato, Siulp Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amKo