Falconara: Federici chiede risposte al Comune sugli sversamenti in mare

franco federici 2' di lettura 04/08/2015 - Suscitano preoccupazioni le dichiarazioni rilasciate dal Direttore Generale di Multiservizi, Ing. Patrizio Ciotti, sulla situazione del sistema fognario lungo il litorale di Falconara.

Prima di dare una risposta alla città sulle soluzioni tecniche per impedire il ripetersi degli sversamenti a mare ed il conseguente divieto di balneazione, il Comune chiama in causa il gestore Multiservizi e l’Ing. Ciotti che sembra rimandare la responsabilità decisionale degli interventi all’AATO ed a un altro Ente. Il Direttore di Multiservizi afferma che il problema è annoso, per cui bisogna convivere con esso. Ricordiamo però che l’Azienda da lui diretta, fin dagli anni 2003-2004, dopo uno studio preliminare sulle criticità delle fognature, costato alla collettività € 117.000,00, ha individuato gli interventi prioritari per bonificare e mettere in sicurezza il litorale. Tali interventi prevedevano la realizzazione di cinque vasche di accumulo delle acque meteoriche per una spesa di investimento di circa 8 milioni, da coprire in parte con finanziamenti diretti della Multiservizi ed in parte con finanziamenti che dovevano essere reperiti dal Comune di Falconara. In questa logica, negli anni 2010-2012, è stato realizzato il primo stralcio del progetto con la costruzione delle prime vasche di accumulo sul litorale di Palombina Vecchia (spesa iniziale prevista di € 1.707.000,00).

Nelle sue dichiarazioni l’Ing. Ciotti non spiega se quella prima esperienza abbia dato risultati apprezzabili oppure se sia necessario apportare modifiche prima di proseguire negli interventi individuati. Dice che ci vogliono molti soldi e che gli interventi per Falconara non sono compresi nel prossimo piano degli investimenti di Multiservizi. Questa dichiarazione appare in contrasto con quanto la Multiservizi ha comunicato alle famiglie con il numero di maggio del giornalino “Voi con Noi”, nel quale si legge che l’azienda investirà nel prossimo triennio 24 milioni di euro sul territorio di competenza. È ora che ognuno si assuma le proprie responsabilità: la Multiservizi ponga subito tra le priorità gli interventi su Falconara ed il Comune di Falconara si adoperi per reperire le risorse finanziarie, anche tramite Fondi Europei, al fine di completare l’intero progetto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2015 alle 12:03 sul giornale del 05 agosto 2015 - 1189 letture

In questo articolo si parla di falconara, politica, partito democratico, falconara marittima, pd, franco federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amPE





logoEV