Imbarcazione in fiamme salvata dalla Guardia di Finanza

2' di lettura Ancona 08/08/2015 - Era finita in fiamme un’imbarcazione da diporto. A notarla, a circa venti miglia a largo della costa dorica, durante un pattugliamento per fini di polizia economico-finanziaria, è stato l’equipaggio del guardacoste “G.108 Conversano” della Guardia di Finanza di Ancona.

Aveva appena albeggiato e i finanzieri stavano svolgendo un attività di pattugliamento, quando la loro attenzione è stata richiamata da una spessa nube di fumo proveniente dal natante in questione. Comprendendo la gravità della situazione hanno immediatamente raggiunto il mezzo in difficoltà, un cabinato bimotore “mochi craf” di circa 15 metri battente bandiera italiana.

L’incendio si era acceso nel vano motore. Le Fiamme Gialle non hanno perso nemmeno un secondo. Hanno subito utilizzato tutti gli strumenti antincendio in dotazione al loro guardacoste e sono saliti sul cabinato per soccorrere i quattro diportisti spaventati: due uomini, una donna e un minore anconetani. Un intervento quasi miracoloso quello della GdF, dal momento che i punto in cui si trovavano i quattro viaggiatori- diretti in Croazia per la settimana di Ferragosto – non era raggiungibile velocemente da qualunque soccorritore proveniente da terra. Attraverso la costante assistenza via radio il guardacoste è riuscito quindi a ricondurre l’imbarcazione al suo ormeggio all’interno del porto turistico della Marina Dorica.

Quanto accaduto consente di ricordare che la presenza costante delle unità navali della GdF nelle acque costiere marchigiane non serve solo al controllo economico del territorio marittimo, ma anche a garantire il pronto intervento in caso di emergenze per prevenire gli incidenti in mare. La flotta del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza dispone di dieci unità navali tra guardacoste d’altura, vedette costiere e vedette velocissime ed è particolarmente impegnata nella stagione estiva in uno dei territori più rinomati a livello nazionale per vocazione turistica come quello marchigiano.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 08-08-2015 alle 12:53 sul giornale del 10 agosto 2015 - 1078 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amZZ