Falconara: sversamenti in mare, Borini "La partecipazione dei cittadini non si improvvisa!"

Riccardo Borini 3' di lettura 11/08/2015 - Rispetto al grave problema degli sversamenti in mare vorrei riepilogare alcuni date e alcuni fatti. In due anni non è stata mai convocata una commissione consiliare sugli sversamenti in mare.

Un gruppo di cittadini falconaresi dopo essersi incontrati in un assemblea pubblica autoconvocata dal Gruppo Fb Scarichi fognari in mare a Falconara Marittima, nel luglio 2014 ha presentato al Sindaco e ai Consiglieri un documento di analisi e proposte sugli sversamenti in mare che è rimasto nei cassetti degli uffici comunali. Il medesimo documento è stato poi ripresentato a gennaio 2015 da una rappresentanza di associazioni ambientaliste e operatori balneari, e ancora una volta rimasto nei cassetti degli uffici comunali.

Personalmente ho fatto 2 interrogazioni in consiglio comunale (una ad agosto 2014 risposta dopo 3 mesi ed una a maggio 2015 che attende ancora risposta). Dopo gli ultimi episodi di sversamenti in mare avvenuti nel mese di luglio e agosto, con una modalità spropositata rispetto a pochi minuti di pioggia, sono state emesse le ordinanze di divieto di balneazione che hanno avuto una durata di diversi giorni. I fatti documentati da diverse immagini eloquenti hanno posto il problema che è stato ripreso da una pagina FB e dalla stampa locale e nazionale. Il 5.08.2015 la pagina Fb “La sai l’ultima a Falconara” ha organizzato una assemblea pubblica in cui è stata data la parola ai cittadini e ad alcuni amministratori presenti. Il Sindaco ha annunciato un consiglio comunale aperto a fine mese, ma intanto nell'ultimo mese sono ormai 3 le riunioni a “porte chiuse” (non è stata prevista la partecipazione né dei consiglieri comunali, né dei cittadini) promosse dall’amministrazione:  14.07.2015 riunione con MULTISERVIZI, ATO, REGIONE (assente) e ARPAM (assente),  3.08.2015 riunione con gli operatori balneari ,  10.08.2015 riunione con rappresentanti politici, Multiservizi, ATO, ARPAM, Capitaneria di Ieri (10.08.2015) alcuni cittadini e 2 consiglieri di opposizione si sono presentati per “assistere” alla riunione e cercare di capire la situazione e quali ipotesi di soluzioni si possono programmare a breve e lungo termine. Il Sindaco non ha ammesso nessuno altro alla riunione rimandando la partecipazione al prossimo consiglio comunale previsto per fine mese.

Ma ci chiediamo: quanti cittadini avranno la possibilità di prendere la parola nel Consiglio comunale aperto? Quali informazioni avranno avuto a disposizione i cittadini per interloquire con l’amministrazione? Quali tempi di discussione e di confronto sono previsti per il prossimo consiglio comunale? Perché il Sindaco non promuove un’assemblea pubblica alla presenza degli enti che hanno competenze in cui i cittadini possono liberamente porre quesiti e fare proposte? Perché la partecipazione fa così paura a questa amministrazione? Perché non si valorizza la vitalità che viene da una città che si interessa e chiede partecipazione, che darebbe più forza al sindaco quando dovrà interloquire con altri Enti ed Istituzioni?

La partecipazione dei cittadini non si improvvisa! Essa va curata e promossa come prevede anche la recente normativa sulla trasparenza e sull’anticorruzione. Non è sufficiente per gli amministratori partecipare a qualche assemblea promossa dai cittadini. Come non è sufficiente un Consiglio comunale aperto. La costruzione della partecipazione è un cammino lungo e costante: fatto di luoghi e spazi dedicati, fatto di ascolto della cittadinanza e di condivisione di progetti, fatto di assunzione di responsabilità propria del ruolo dei decisori politici. Queste cose non le ho viste qui a Falconara in questi due anni di esperienza di consigliere comunale e non mi sembra ci sia la volontà politica di promuovere la partecipazione a partire da un problema così importante. La tutela della salute, dell’ambiente, del turismo e dell’immagine della città interessano tutti i cittadini che non vogliono più assistere dagli “spalti” al solito teatrino della politica!


da Riccardo Borini
    Consigliere comunale CiC e FBC





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2015 alle 19:09 sul giornale del 12 agosto 2015 - 1327 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, riccardo borini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am6d





logoEV