Il Festival Adriatico Mediterraneo 2015 alla scoperta del Porto antico

festival adriatico mediterraneo 3' di lettura Ancona 11/08/2015 - Nuovi arrivi ad Adriatico Mediterraneo Festival 2015. A meno di 20 giorni dall’inizio il programma si arricchisce di molti nuovi ospiti ed eventi: iniziative nel porto storico e all’ecosistema marino, letture in barca e tanta musica.

Accanto a concerti e spettacoli all’Arco di Traiano e alla Mole Vanvitelliana, come da tradizione sedi degli eventi principali, si moltiplicano appuntamenti e proposte. E per concludere una festa finale che accenderà tutto il centro di Ancona. La ri-scoperta del porto di Ancona è uno dei fili conduttori dell’edizione di quest’anno di Adriatico Mediterraneo, a partire dall’inizio con la Festa Adriatica del 29 agosto, quando all’Arco di Traiano suoneranno quattro gruppi provenienti da Italia e Balcani: gli italo-albanesi della Spartiti per Scutari Orkestra, i serbi Vrelo, l’Orchestrina Adriatica con un ensemble proveniente da Italia Bosnia e Grecia e infine i croati Cinkusi. Il primo settembre torna al porto Gianmarco Dottori, dopo il concerto dello scorso 26 luglio per la riapertura dell’affaccio sul mare: questa volta il vincitore di Musicultura 2015 sarà sul palco dell’Arco di Traiano.

Adriatico Mediterraneo sarà però anche l’occasione per provare luoghi insoliti del porto, come il rimorchiatore attraccato alla banchina 1 su cui si terranno speciali letture tenute da Luca Levi e Giorgia Furbetta (31 agosto) e Isabella Carloni (1 settembre). I primi dedicheranno la serata a “Frammenti Migranti”, ovvero il racconto delle vite dei nuovi migranti e dei loro viaggi alla ricerca del proprio destino; la seconda all’essenza femminile dei miti legati al mare, attraverso la figura di Odisseo. Partiranno invece da Marina Dorica le letture in barca a vela lungo la Riviera del Conero, organizzate in collaborazione con Fuor Sailing: si terranno alla luce del tramonto, per ascoltare direttamente dalla voce degli autori la presentazione delle loro opere e brani da loro scelti. Protagonisti saranno il giornalista Giancarlo Trapanese (30 agosto), l’attrice Alessa Raccichini (4 settembre) e il poeta Luigi Socci (5 settembre).

Il 30 agosto sarà la giornata dedicata all’ambiente, con due convegni alla Loggia dei Mercanti dedicati il primo a come stabilire una corretta relazione con gli animali d’affezione, e il secondo allo stato di salute dell’ecosistema marino adriatico. Sempre il 30 agosto si terrà l’ormai tradizionale rilascio di un esemplare di tartaruga marina: questa volta lo scenario sarà la baia di Portonovo, dove verrà liberata Milagro, una caretta caretta trovata ferita nel 2013 nell’area del porto di Ancona e curata presso il centro l’ospedale veterinario Cetacea onlus di Riccione.

Il 5 settembre la festa finale di Adriatico Mediterraneo Festival 2015 accenderà dei suoni del mare tutto il centro di Ancona: dall’Arco di Traiano a Marina Dorica, passando per la Mole, per Piazza della Repubblica e per il porto. All’Arco di Traiano sale sul palco la raffinata ricerca sulle tradizioni dell’Egitto di Donia Massoud, la Corte della Mole farà da scenario al travolgente sound balcanico degli sloveni Katalena, a Marina Dorica si assaggeranno i sapori balkan in salsa salentina degli Opa Cupa, mentre sarà tutto salentino il sound di piazza Roma grazie ad Adriatica Sound, con Rankin Lele e Papa Leu, una delle migliori formazioni emergenti della scena reggae pugliese. E per chiudere una festa al Padiglione del Retai con Portobello per Adriatico Mediterraneo: un party fino a tarda notte per salutare il Festival 2015.

Tutte le info su www.adriaticomediterraneo.eu.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2015 alle 15:45 sul giornale del 12 agosto 2015 - 3716 letture

In questo articolo si parla di cultura, festival adriatico mediterraneo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am5S