Detenuto evaso, Tanoni: "Barcaglione non va chiuso, ma potenziato"

carcere| 1' di lettura Ancona 13/08/2015 - In merito alla recente evasione del tunisino Rachid Kataib dal "carcere a vigilanza attenuata" di Barcaglione e alle preoccupanti affermazioni del segretario generale del SAPPE, il Garante dei detenuti della Regione Marche Italo Tanoni ha ribadito che, nonostante palesi contrarietà, grazie all'intervento del suo ufficio la struttura penitenziaria della provincia di Ancona è stata potenziata e fatta funzionare dopo dieci anni di inattività quasi completa.

Il Garante inoltre ha tenuto a sottolineare che «Barcaglione nel panorama degli Istituti penitenziari marchigiani rappresenta oggi un carcere modello perché, ospitando detenuti a fine pena, consente agli stessi - con l'apporto degli educatori, della polizia penitenziaria e del volontariato - di reinserirsi nella società attraverso graduali percorsi lavorativi in campo agricolo e artigianale che certo non sono presenti negli altri istituti penitenziari della Regione, specie dopo la chiusura di Macerata Feltria».

Non a caso - sostiene Tanoni - l'esperienza di Barcaglione viene portata a modello su scala nazionale - dallo stesso Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria. Tra l'altro di recente, in accordo con il Direttore dell'istituto e l'attuale assessore regionale all'istruzione Loretta Bravi, è stata ripresa e avanzata l'ipotesi di costituire a Barcaglione, con fondi FSE, un polo di formazione professionale permanente per facilitare l'inclusione sociale dei ristretti ospitati nella struttura penitenziaria. Il fatto che tra gli oltre centotrenta detenuti si sia registrato di recente un episodio di evasione, non da diritto di fare "di tutta l'erba un fascio."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2015 alle 16:17 sul giornale del 14 agosto 2015 - 1141 letture

In questo articolo si parla di attualità, carcere, infanzia, Ufficio Garante regionale infanzia e adolescenza Ombudsman regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/am0I