Falconara: ennesimo sversamento in mare, il divieto di balneazione rischia di far chiudere la stagione in anticipo

1' di lettura 17/08/2015 - Dopo i festeggiamenti di Ferragosto scatta di nuovo il divieto di balneazione a Falconara. È bastata la pioggia di sabato e domenica a causare altri sversamenti in mare. Il Comune ha immediatamente imposto il divieto di balneazione sino a data da destinarsi ed è ormai la quinta volta che succede in questa estate.

Il provvedimento è infatti diventato automatico con l’ordinanza 35 del 2015, con la quale il Comune di Falconara Marittima ha stabilito, a difesa della salute pubblica, che scatti immediatamente il divieto di balneazione nel momento in cui le acque meteoriche facciano scivolare in mare quelle sottostanti del sistema fognario.

Non ombrelloni, ma cartelli quindi quelli che lunedì mattina sono spuntati sulla sabbia vietando il bagno ai numerosi turisti e cittadini che volevano godersi le ferie. Restano in bilico i bagnini tra lo stare a guardare lo sviluppo naturale degli eventi o il procedere per vie legali.

Il sindaco Brandoni, che aveva già promesso una riunione con la Regione a settembre per discutere delle possibili soluzioni, intanto, rimane col fiato sul collo da parte delle opposizioni, che lo contestano fuori dal Castello di Falconara alta. E mentre il divieto potrebbe già rientrare entro domani (martedì 18 agosto ndr), sono previste nuove perturbazioni per mercoledì.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 17-08-2015 alle 16:57 sul giornale del 18 agosto 2015 - 2269 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anfw





logoEV