Falconara: Pizzicati dai carabinieri mentre tentano di derubare una ditta edile, denunciati tre pluripregiudicati

Carabinieri, foto di repertorio 1' di lettura 22/08/2015 - Notte brava per tre giovani pluripregiudicati, tutti con a carico reati contro il patrimonio.

Nella notte tra venerdì e sabato hanno pensato di dedicarsi alla proficua attività del furto con scasso. Ma mentre tentavano di far razzia in una nota ditta di materiale edile di Falconara Marittima, sono stati pizzicati dai carabinieri locali. Pur spaventatissimi dall’arrivo dei militari, non sono riusciti a trovare alcuna via di fuga. L’unica idea venuta in mente a uno dei tre bravi ragazzi è stata quella di tentare di disfarsi degli attrezzi da scasso, tra i quali figuravano diversi grossi cacciavite e un paio di pinze a molla flessibili.

I poco attenti rapinatori sono stati riconosciuti. Si tratta di M.G., 20enne casertano, M.S., 30enne pugliese e dell’anconetano 30enne G.S. Sono stati tutti denunciati per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Il giovane pugliese, che era già stato colpito dal foglio di via dal comune di Falconara, è stato denunciato anche per non aver rispettato questa misura.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2015 alle 19:37 sul giornale del 24 agosto 2015 - 927 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, falconara marittima, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anoB


utente registrato

24 agosto, 13:42
Visto che erano pluripregiudiucati che ci facevano in giro per le Marche a fare altri guai? Ma cosa si aspetta quando il pregiudicato diventa "pluri" a fargli scontare anche la pena condonata la prima volta? Lo so che così si riempiono le carceri, ma non è il sistema di abbuonare anche 3 o 4 reati che risolve il problema del sovraffollamento che anzi si aggrava dato che la perdurante impunità si rinnova continuamente con altri reati impuniti. Oltretutto questi contro il patrimonio rientrano spesso nella sfera dei beni personali e dei ricordi e costituiscono una odiosa ferita alla persona, altro che reati minori. O si decide di costruire nuove carceri o si riattivano le caeserme dismesse o, per gli stranieri si fcciano delle convenzioni onerose con i paesi di origine perchè scontino le loro pene nei paesi di provenienza.