Festival Adriatico Mediterraneo, una domenica tra letteratura, musica e sapori di mare

festival adriatico mediterraneo 7' di lettura Ancona 29/08/2015 - Una giornata ricca di appuntamenti tra ambiente, letteratura, attualità, musica, mostre e teatro Dopo l’inizio con la Festa Adriatica, domenica 30 agosto Adriatico Mediterraneo Festival entra nel vivo con undici appuntamenti in una sola giornata: dalla ormai tradizionale liberazione di una tartaruga marina, a incontri con autori, dalle escursioni letterarie in barca al concerto di tarante all’Arco di Traiano.

Ambiente, animali e mare

L’intensa giornata parte alle 10.00 alla Loggia dei Mercanti, con un convegno, organizzato in collaborazione con Regione Marche-Assessorato all’Ambiente, su “L’uomo e gli animali d’affezione: un’opportunità relazionale”. All’incontro, che tratterà delle interazioni tra l’uomo e gli animali scelti come compagni di vita, partecipano relatori di primo piano: un esperto di livello internazionale, il prof. Roberto Marchesini, zooantropologo ed etologo,il prof. Andrea Spaterna, direttore dell’Ospedale Veterinario Universitario dell’Università di Camerino, la dott.ssa Chiara Catalani, veterinario esperto in comportamento, il dott. Stefano Gavaudan, dirigente veterinario dell’Istituto zooprofilatico Umbria-Marche, il dott. Simone Cecchini, commissario capo del Corpo forestale, il dott. Rocco Coretti, coordinatore delle Guardie zoofile OIPA. Alle 13, a Portonovo, si terrà la liberazione di un esemplare di tartaruga marina: si tratta di Francesco, un esemplare di caretta caretta trovata in gravi condizioni nell’area portuale di Ancona e salvata dalla FOndazione Cetacea onlus. Alle 17.00 si torna alla Loggia dei Mercanti per un convegno su “Come sta il nostro mare? Ambiente e specie a rischio”: sarà l’occasione per fare il punto sull’inquinamento, sui nuovi tipi di sostanze inquinanti e sulle conseguenze sulle specie animali e vegetali che popolano l’Adriatico. All’incontro saranno presenti i maggiori esperti locali sui temi dl mare: Mauro Marini del CNR-ISMAR, Francesco Regoli e Carlo Cerrano dell’Università politecnica delle Marche, Tristano Leoni dell’ARPAM, nonché esperti di livello internazionale come il parlamentare europeo Marco Affronte e l’esponente LAV Gaia Angelini.

Mostre

Alle 18.00 alla Mole Vanvitelliana, ingresso dall’Infopoint, si tiene l’inaugurazione delle mostre aperte in occasione di Adriatico Mediterraneo Festival. Si tratta di cinque esposizioni su temi che intrecciano l’area mediterranea, la sua storia e l’attualità. “Europa a SudEst: popoli e culture”, è una mostra presentata dalla Commissione Europea Direzione Generale Politica di vicinato e negoziati di allargamento (NEAR) per raccontare i paesi dell’Europa sudorientale che potrebbero essere i prossimi componenti dell’Unione Europea, le loro popolazioni e le loro culture. “Eco de Femmes”, a cura di GVC, è il racconto fotografico della vita, i progetti, le speranze, di oltre 800 donne del maghreb più povero. “#milionidipassi”, a cura di Medici Senza Frontiere, racconta i milioni di passi compiuti dalle masse di persone costrette a fuggire dalle loro case per diventare stranieri, rifugiati, profughi. “Merci, genti, mare: il porto di Ancona, chi ci lavora, chi ci vive”, è il racconto fotografico realizzato durante il workshop tenutosi a luglio 2015 a cura di Matteo Tacconi e Ignacio Maria Coccia con la collaborazione di Ruben Lagattolla all’interno dell’area portuale anconetana, in zone solitamente non accessibili ai non addetti ai lavori. “Mediterraneum. Centro del Mondo”, a cura dell’Associazione Artistica Culturale Arcadia, esplora il Mediterraneo nel suo ruolo di culla e crocevia di culture differenti, come tema portante di pittura e scultura.

Teatro, letteratura e attualità

A partire dalle 18.30 gli appuntamenti si susseguono senza soluzione di continuità, per una serata all’insegna della letterature e dell’attualità. Alle 18.30 parte da Marina Dorica la prima lettura in barca: un’escursione in barca a vela lungo le coste del Conero insieme al giornalista e scrittore Giancarlo Trapanese, che leggerà alcuni brani dei suoi libri “Ascoltami” e “La giusta scelta”, con l’accompagnamento alla chitarra di Giovanni Brecciaroli. Alle 19.00 alla Locanda del Porto Massimo Conti presenta insieme ad Antonio Luccarini il suo libro “Il mare non ti parlerà”: scrittore e camminatore uso a non battere strade conosciute, in questo caso Conti ha percorso la costa marchigiana da Gabicce a Porto d’Ascoli. Il risultato è un portolano insolito, stilato da terra e misurato dai propri passi, con uno sguardo che non fa sconti alle bellezze che esaltano il litorale e alle brutture che lo deprimono. Sempre alle 21.00 alla Casa delle Culture inizia “Al Mashrah: una piazza per Vallemiano incontra il Mediterraneo”. Una serata a cavallo tra il futuro di Ancona e le storie del mare, passando per comics e cibo: alle 19 “Graphic News: Il mondo di oggi raccontato a fumetti”, grazie al primo portale nativo digitale di informazione a fumetti, capace di sfruttare le potenzialità del web per offrire un’esperienza di lettura decisamente originale. All’incontro sarà presente la redazione che illustrerà il progetto, a condurre Jacopo Frey; alle 20.00 cena etnica a base di specialità libanesi - su prenotazione al numero 339.4507203; alle 21.00 “Ancona come te la immagini?”, prova a divertire e informare in vista dell’OpenSpaceTecnology del 26 settembre dedicato al Piano Strategico di Ancona; per chiudere alle 22.00 con “Centilene, olio e lume di candela - ninne nanne tra Mediterraneo e Mitteleuropa - Non Canto per Cantare”, mette in scena un programma di brani legati all’universo femminile, in un’ambientazione notturna con piccoli interventi danzati per aumentare la suggestione. Alle 19.30 alla Mole Vanvitelliana-Sala Atelier, va in scena “Except”, lo spettacolo teatrale a cura di Ponte tra Culture che coinvolge 6 paesi per favorire lo scambio di buone pratiche tra compagnie teatrali europee che si occupano di teatro sociale. Con la regia di Thilina Pietro Feminò lo spettacolo racconta problemi e opportunità della diversità culturale. Alle 21.00 all’Osteria Teatro Strabacco sarà possibile approfondire lo sguardo sui cambiamenti nel Mediterraneo e in Medio Oriente grazie all’incontro con Marco Cesario, moderato da Leila Ben Salah: Cesario è giornalista e si occupa da anni e in maniera approfondita dell’area Mediterranea. Ha lavorato per l'agenzia nazionale ANSA, ad ANSAmed, specializzato sul Mediterraneo e il Medio Oriente arabo-musulmano. Da Parigi collabora con la rivista ResetDoc, con Micromega, con il quotidiano online Linkiesta e con BabelMed. Scrive inoltre di Mediterraneo su Globalist e su MedArabNews. Alle 21.30 alla Legatoria Librare la protagonista è Francesca Tilio con il suo “Le femmine sono numeri dispari-Nove racconti x nove fotografe x nove pezzi musicali”: nove racconti che dispiegano uno stravagante immaginario femminile, accompagnati da nove canzoni e nove fotografie che l’autrice ha scattato nel tempo.

Musica

All’Arco di Traiano arrivano tutte le sfumature delle musiche popolari del Salento con i Taranta Minor: canti e balli d’amore, stornelli e tutte le derivazioni della pizzica la faranno da padrone per il concerto di un gruppo allegro, movimentato ma profondamente rispettoso della tradizione musicale del sud della Puglia. I ritmi sono quelli del tamburello a sonagli, della chitarra, della tammorra e del mandolino, le voci quelle del dialetto salentino e del griko, idioma ancora parlato, scritto e cantato dalla piccola minoranza linguistica della “Grecìa salentina” in provincia di Lecce. Ad accompagnare i Taranta Minor e a guidare le danze sarà la Compagnia del Solstizio Mediterraneo, per un vero e proprio viaggio attraverso il clima popolare della Puglia e la danza tradizionale del Salento.

I sapori di Adriatico Mediterraneo

Da domenica 30 sarà aperto presso l’area di Porta Pia lo stand di show cooking di Sapore di Mare, marchio di eccellenza del pesce congelato, che nasce nelle Marche e conta una rete di oltre 100 negozi in Italia. Qui sarà possibile, tutti i giorni dalle 19.00 alle 24.00, degustare i prodotti della cucina marinara in un menù fra tradizione e innovazione. All’Arco di Traiano sarà invece aperto, tutti i giorni dalle 19.00 alla 01.00, lo stand di Caffè del Teatro/Stockfish presso il quale si potranno gustare le ricette della cucina marchigiana e della tradizione pugliese. Tutte le info su www.adriaticomediterraneo.eu






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-08-2015 alle 16:09 sul giornale del 31 agosto 2015 - 1102 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, festival adriatico mediterraneo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anAN