La rivincita dei Gls Dolphins in casa dei Wariors Bologna. Con un 12-19 i dorici si portano in testa al girone

4' di lettura Ancona 09/11/2015 - Bologna - i GLS Dolphins Ancona riescono nell'impresa di sconfiggere i vice campioni d'Italia Warriors Bologna in casa loro, vendicando la sconfitta subita settimana scorsa in casa e ribaltando la classifica con la conquista del primo posto. Infatti avendo perso per 15-20 in casa i dorici avevano l'obbligo di vincere con almeno 6 punti di scarto in trasferta.

E alla fine di una partita bella, tirata e combattuta fino all'ultimissimo secondo di gioco il tabellone luminoso segna un +7 che premia il cuore dei giovani anconetani più dell'effettiva differenza in campo. "Sono orgoglioso di quanto i ragazzi sono riusciti a fare - il commento di Roberto Rotelli, capo allenatore dei GLS Dolphins - Abbiamo sofferto tantissimo, i Warriors sono partiti molto bene con la testa in partita. Noi contratti e poco incisivi, e giustamente siamo andati sotto. La tenacia e la grinta che i ragazzi hanno sfoderato nel secondo tempo ci ha colpito. Segnare 19 punti in un tempo ai Warriors in trasferta, senza subirne nessuno, credo sia un motivo di orgoglio per i ragazzi in campo. Nonostante le assenze del DL Tommaso Sallei e del CB Filippo Toni, e diversi ragazzi che si sono sacrificati in doppio ruolo come Andrea Gambelli, Matteo Moretti, Cristiano Brancaccio, Riccardo Petrilli e Filippo Burattini, siamo riusciti a portare a casa una vittoria con margine migliore della sconfitta patita in casa".

La cronaca vede i bolognesi partire senza il runningback Cattabriga infortunato in attacco, ma grazie a una serie di corse portentose di Tattini coprono il campo fino al touchdown dello stesso Tattini con una corsa di 16 yards. Lo special team dorico riesce a bloccare il calcio, piccolo ma fondamentale tassello ai fini della sfida per il primato del girone. L'offense dorica invece non gira, qualche lancio impreciso di Filippo Burattini e diverse corse improduttive costringono in successione gli anconetani a restituire palla ai felsinei con punt di allontanamento. Nonostante gli sforzi della difesa guidata dal duo Pippi Moscatelli / Stefano Paolucci, i Warriors riescono a varcare ancora la goal line, questa volta con Daniel Zamfir sempre su corsa di 15 yards. Anche la seconda trasformazione, questa volta da 2 punti, viene vanificata da una penetrazione travolgente di Andrea Gambelli. 12 a 0 il punteggio con cui si va all'intervallo.

Al rientro in campo i giovani marchigiani cominciano a far girare le cose nella giusta maniera. La difesa erge un muro invalicabile, fermando ripetutamente i tentativi di corse e lanci bolognesi e recuperando anche 2 palloni pesantissimi grazie a 2 fumble ricoperti. L'attacco si aggiusta meglio sulla difesa dei Warriors e guadagna sia con le corse di Samuele Gatto, Jean Kpogo e Cristiano Brancaccio, sia con i lanci su Riccardo Petrilli, Alessio Orlandini, Antonio Nocera e Alessandro Clementi. Il primo touchdwon arriva su un preciso lancio in profondità su Alessio Orlandini, classe 1999, che brucia il defensive back e si invola per 35 yards in endzone. Trasformazione da 1 di Tommaso Bugatti e parziale 12-7 con cui inizia il quarto quarto. La difesa grazie a una prestazione maiuscola di Andrea Gambelli e Matteo Moretti costringe i Warriors a cedere il pallone sistematicamente. L'offense dorica riesce a macinare campo ed è Riccardo Petrilli a segnare con una corsa di 13 yards. La trasformazione non va a buon fine, e parziale 12-13. A due minuti dalla fine i dorici provano l'onside kick, ma la palla finisce la propria corsa fuori dal campo. I Warriors provano a innescare i ricevitori, ma due sack consecutivi di Andrea Gambelli riconsegnano palla ai Dolphins nella propria metà campo. Il coaching staff ci crede, l'entusiasmo per la rimonta in atto è alle stelle, e Filippo Burattini a 30 secondi dalla fine disegna una spirale perfetta per Riccardo Petrilli, che riceve nonostante la doppia copertura, rompe un placcaggio e si invola per 50 yards in touchdown, stramazzando poi a terra bloccato dai crampi dopo una partita di grandissimo sacrificio. Il tentativo da 2 punti non va a buon fine e il finale è di 12-19.

Dopo un turno di riposo la prossima partita sarà sabato 21 novembre alle 17 in casa contro i Doves Bologna. La squadra verdearancio è chiamata a vincere ancora per mantenere la testa del girone e presentarsi ai successivi playoffs in una posizione di vantaggio, evitando le widl card e possibilmente giocando i quarti di finale tra le mura amiche. Occorrerà aspettare ancora 2 settimane per sapere gli abbinamenti della post season. Intanto i ragazzi di coach Rotelli si godono la piccola impresa messa a segno e guardano avanti all'altra bolognese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2015 alle 08:35 sul giornale del 10 novembre 2015 - 1286 letture

In questo articolo si parla di sport, gls dolphins

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqcs





logoEV