Tre giorni per visitare la fregata Maestrale della Marina in porto

2' di lettura Ancona 09/11/2015 - La fregata Maestrale della Marina Militare arriverà lunedì nel porto di Ancona, quarta tappa della campagna navale che sta conducendo e che le farà toccare numerosi porti italiani, prima di concludersi a La Spezia il 7 dicembre per l'imminente dismissione dell'unità dopo oltre 30 anni di vita operativa.

La nave è stata consegnata alla Marina Militare nel 1982, prima unità frutto della legge navale del 1975 che, con le altre navi “gemelle” della classe “Venti”, ha rappresentato la spina dorsale della Squadra Navale per tutti gli anni di attività operativa in tutti i mari del mondo. Nei prossimi giorni a bordo di nave Maestrale sarà possibile seguire la conferenza stampa tenuta dal comandante, il capitano di fregata Giuseppe Rizzi, e vedere una mostra fotografica storica sulla Grande Guerra con una conferenza sul tema tenuta dall'equipaggio. Gli istituti scolastici locali sono stati invitati a raggiungere la nave per seguire sia la parte storica, sia lo spazio dedicato all'orientamento, dove sarà possibile scoprire in quali modi ci si può arruolare per tentare la carriera nella Marina Militare. Particolare attenzione sarà rivolta al sociale e alla beneficenza: a bordo di nave Maestrale sarà possibile donare a favore della ricerca della cura delle malattie genetiche attraverso i “cuori di cioccolato” di Telethon. Per essere sempre aggiornati sulle attività della Marina Militare sarà possibile abbonarsi alla Rivista Marittima o al Notiziario della Marina e acquistare il calendario 2016 che quest'anno è costruito con gli scatti inviati dal nostro personale, marinai che hanno colto attimi di vita a bordo di navi, sommergibili, elicotteri e aerei.
Approfondimenti

Nave Maestrale è stata la prima unità dell'omonima classe di otto fregate lanciamissili antisommergibile - la cosiddetta Classe Venti, composta dalle navi Maestrale, Grecale, Libeccio, Scirocco, Aliseo, Euro, Espero e Zeffiro - ad essere varata nell'ormai lontano 2 febbraio 1981 per poi essere consegnata alla Marina Militare l'anno successivo, il 18 febbraio 1982. Si tratta di navi che hanno rappresentato la vera spina dorsale della Squadra Navale, partecipando con successo a numerose ed importantissime operazioni a tutela degli interessi nazionali nei mari del mondo. Più di trenta anni fa la costruzione e l'entrata in servizio di queste Unità rappresentò il rilancio operativo della nostra Flotta e testimoniò al mondo l'eccellenza della cantieristica italiana






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2015 alle 08:11 sul giornale del 10 novembre 2015 - 3741 letture

In questo articolo si parla di cronaca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqcr





logoEV