Lodolini deposita proposta di legge per l'istituzione del Parco Nazionale del Conero

Emanuele Lodolini 2' di lettura Ancona 11/11/2015 - L'On. Emanuele Lodolini ha depositato una proposta di legge per l'istituzione del Parco Nazionale del Monte Conero. Sarebbe la naturale prosecuzione di un lungo processo normativo e di tutela di un' area protetta in cui l’ambiente marino, terrestre e la ricchezza storica e culturale dei luoghi lo rendono un unicum e irripetibile per tutta la fascia adriatica.

Ci sarebbe così un unico strumento in grado di evitare la presenza contestuale di un Ente gestore del parco regionale terrestre e un Ente gestore dell’area marina protetta con ulteriore aggravio di spese e di burocrazia per un territorio che per sua natura vive in continuo rapporto terra mare. Il territorio del Parco Nazionale sarà quello oggi individuato nel Parco Regionale per la parte terrestre a cui viene aggiunta la parte marina in cui sono presenti habitat di interesse comunitario unici nel tratto di costa Adriatica da Trieste al Gargano e già motivo di istruttoria per la realizzazione dell’area marina protetta già individuata all’art.36 della L. 394/91 come area di reperimento “Costa del Monte Conero”.

Tale richiesta si basa sull’alto valore naturalistico di questa porzione di territorio italiano. Quanto il Ministero sta facendo per l’istituzione dell’area marina protetta ed in particolare all’acquisizione di informazione sotto il profilo scientifico e sociale è estremamente utile per confermare l’urgenza dell’istituzione del Parco Nazionale. Sono, inoltre, presenti diversi prodotti agroalimentari di eccellenza legati al territorio, tra cui il presidio slow food del Mosciolo selvatico di Portonovo, il vino Rosso Conero DOC dal 1967 e la filiera integrata dei prodotti agroalimentari certificata con il marchio di qualità le “Terre del Conero”, capace di valorizzare le produzioni degli agricoltori dell’area protetta con il logo del Parco. A sottolineare la valenza paesaggistica del territorio si annovera anche la presenza di antichi borghi quali Numana, Sirolo, Massignano, Poggio e Varano che dominano sulle colline dell'entroterra e da un ricchissimo patrimonio archeologico da valorizzare legato principalmente alle popolazioni Picene (IX-IV secolo a.C.), già in parte documentate nell’Antiquarium di Numana, nell’Area Archeologica i Pini in Sirolo e nel Museo Nazionale delle Marche di Ancona.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2015 alle 17:00 sul giornale del 12 novembre 2015 - 1682 letture

In questo articolo si parla di politica, lodolini, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqjI





logoEV