Raggirano il titolare di un centro scommesse, denunciati due napoletani

Polizia generico 1' di lettura Ancona 13/11/2015 - Da Napoli ad Ancona per mettere in atto la truffa "Rendez moi". Un 43enne e un 21enne partenopei, dopo aver preso di mira una sala scommesse del centro, sono riusciti a realizzare rapidamente raggiro da 50 euro, giocando sulla loro abilità oratoria.

Prima è entrato il più giovane, che ha effettuato una giocata minima di 2 euro, pagando però con una banconota da 100. Il resto, subito elargito, di 98 euro ha confermato ad entrambi la disponibilità di contante. Ed ecco allora entrare in gioco il secondo uomo che, per una giocata di 3 euro ha pagato con una banconota da 50. Mentre il titolare gli dava indietro 47 euro, il truffatore gli ha mostrato di aver cambiato idea. Ha chiesto di avere indietro la carta da 50, poiché avendo scoperto di avere con se una da 5 avrebbe preferito pagare con quella. Ma mentre il cassiere armeggiava con il denaro, il malvivente ha improvvisamente chiesto indietro una banconota da 100 mentre gli ridava indietro quella da 50. Nella confusione più totale il titolare ha eseguito l'ordine, accorgendosi solo qualche minuto dopo di essere stato gabbato. Appena usciti dalla sala, la vittima ha contattato il 113 descrivendo i due figuri. E in poco tempo sono stati bloccati dalle Volanti, riconosciuti in quanto pregiudicati per reati contro il patrimonio e la persona e per truffa e denunciati per il reato di truffa in concorso.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2015 alle 13:22 sul giornale del 14 novembre 2015 - 1176 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqpa