Omicidio via Crivelli, ritrovato in un parchetto lo smartphone del killer

1' di lettura Ancona 20/11/2015 - È stato ritrovo in mattinata il cellulare del killer di via Crivelli. La semiautomatica calibro 9x21 e il giaccone da lui abbandonati subito dopo il crimine erano stati ritrovati in fretta tramite le sue indicazioni. Del suo smartphone Lg G4 invece sembravano essersi perse le tracce, finché i Carabinieri del Nucleo Operativo non hanno passato al setaccio un parco pubblico tra via Tiziano e via Buonarroti, tagliando tutti gli arbusti dell’area.

Pur privo di scheda sim, la presenza della batteria - che era stata trovata in precedenza - potrebbe far risalire a conversazioni sulle chat in grado di far presupporre la premeditazione. La posizione del detenuto di Camerino in questo modo si aggraverebbe ulteriormente. Erano invece stati già sequestrati telefonino e pc della sedicenne trasferita al Nisida di Napoli. Tutte le apparecchiature tecnologiche sottratte ai due fidanzatini sono ora al vaglio degli inquirenti.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2015 alle 15:04 sul giornale del 21 novembre 2015 - 2180 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, articolo, Enrico Fede, roberta pierini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqHy





logoEV