contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Antenna via Barilatti, Gambacorta (M5S): "convocata commissione ad antenna già montata"

1' di lettura
1273

L’antenna di via Barilatti è stata montata ed a breve entrerà in funzione ed è bellissima tutta lucida nuova, sovrasta tutta la zona ed i residenti proprio non possono fare a meno di notarla .

Sono certa che la normativa è stata ampiamente rispettata , tutti i pareri preliminari all’istallazione sono stati chiesti ed anche effettuate le misurazioni ed i controlli preventivi dell’inquinamenti elettromagnetici. La legge regionale n. 25 del 2001 disciplina le modalità di istallazione degli impianti che possono comportare l’esposizione dei lavoratori e della popolazione a campi elettrici , magnetici ed elettromagnetici. Il Comune entro 45 giorni dalla richiesta ha dato parere favorevole con il parere positivo della Arpam e dell’Asl che ha effettuato il controllo e la vigilanza.

Quindi che cosa rimane da fare ai cittadini che si trovano a vivere sotto queste antenne...penso poco. Forse solo pretendere un maggior controllo ed un monitoraggio dei livelli di inquinamento elettromagnetico? Nel sito dell’Arpam sembrerebbe che l’ultimo monitoraggio della provincia di Ancona sia stato effettuato dall’Arpam nel 2005, mentre il monitoraggio del territorio del comune di Ancona per il piano di localizzazione degli impianti di telefonia mobile è del 2007.

Comunque “AD ANTENNA prontamente già montata” è stata Convocata per il giorno di Mercoledì 3 Febbraio 2016 ALLE ORE 12,00 la 2^ Commissione Consiliare con all’ordine del giorno: • ” l’Audizione Comitato di Quartiere Palombare relativa all'installazione dell’antenna di telefonia mobile lungo via Barilatti saranno presenti i Consiglieri Comunali che compongono la commissione e l'Assessore Pierpaolo Sediari, l'Assessore Maurizio Urbinati, il Dirigente Giacomo Circelli, il Funzionario Roberto Panariello. CHIUNQUE E’ INTERESSATO DEVE PARTECIPARE PER ASCOLTARE, per divenire cittadinanza attiva.



Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2016 alle 20:13 sul giornale del 30 gennaio 2016 - 1273 letture