contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Al via al Podesti Calzecchi Onesti il progetto di alfabetizzazione digitale per la terza età di Poste italiane

1' di lettura
833

Dare un’occhiata al proprio conto, leggere un quotidiano o parlare tramite Skype: un gioco da ragazzi per i più giovani, un po’ meno per chi è più anziano. È proprio da qui, da quello che in molti definiscono come «digital divide», che è nata l’iniziativa gratuita «Nonni in Rete. Tutti giovani alle Poste».

Un progetto che ha preso il via ad Ancona, nato da un’idea di Poste italiane assieme alla Fondazione Mondo digitale che mira a formare anche le persone più anziane all’uso del web e far loro acquisire familiarità con le più moderne tecnologie di comunicazione. Il corso di formazione partito ad Ancona si terrà nell’aula informatica dell’Istituto "Podesti - Calzecchi Onesti" e vede impegnati 20 nonni anconetani, tutti di età superiore ai 65 anni che saranno affiancati da altrettanti studenti, uno per ciascun allievo.

Gli studenti avranno così modo di insegnare gli anziani le competenze necessarie per utilizzare le nuove tecnologie “È un progetto che ha il duplice obiettivo di favorire la vita attiva della generazione di terza età e agevolare l’inclusione dei cittadini nella transizione dall’economia tradizionale a quella digitale” spiegano da Poste Italiane. Il programma prevede 15 lezioni della durata di due ore ciascuna e tratterà gli aspetti base di introduzione all’uso del personal computer, di conoscenza dei programmi e delle opportunità offerte da internet, con particolare attenzione ai servizi rivolti ai cittadini fruibili direttamente dal web: accesso all’informazione, servizi per la salute, accesso all’e-government, pagamenti elettronici, acquisti sul web (e-commerce).

Gli strumenti utili all’apprendimento comprenderanno un kit didattico redatto insieme al Dipartimento di Linguistica dell’Università La Sapienza di Roma.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2016 alle 15:18 sul giornale del 03 febbraio 2016 - 833 letture