contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Trasforma la casa di piazza Ugo Bassi in un chiosco per la droga, arrestato 26enne

2' di lettura
1386

Lanciava ovuli di droga da una finestra di Piazza Ugo Bassi agli acquirenti. È stato arrestato sabato mattina N.K., 26enne algerino con precedenti per spaccio di eroina. I Carabinieri della tenenza di Falconara Marittima stavano osservando i suoi movimenti già da diversi giorni, in seguito di alcune segnalazioni da parte dei cittadini residenti nella zona riguardo ad un forte afflusso di tossicodipendenti in via Macerata.

Sono scattati quindi i servizi di appostamento, dai quali è arrivata la conferma che N.K. usciva rapidamente dalla sua abitazione per effettuare la vendita di eroina e altrettanto velocemente rientrava in casa con il denaro, oppure, per non rischiare di essere fermato, lanciava da una finestra sul retro dello stabile degli ovetti plastici che i clienti recuperavano in un viottolo pedonale, al riparo dagli sguardi dei passanti.

Dopo aver documentato diversi di questi passaggi, gli investigatori, mimetizzandosi tra i numerosi passanti, hanno deciso di agire sabato mattina. Hanno notato l’algerino incontrarsi alle spalle dell’edicola con una donna alla quale avrebbe ceduto circa mezzo grammo di eroina. Consegnata la dose e raccolto il denaro l’uomo era tornato verso la propria abitazione, ma questa volta seguito dai militari. Accortosi della loro presenza, ha accelerato il passo, cercando di rifugiarsi in casa il prima possibile. Gli uomini dell’Arma sono però riusciti ad impedire allo spacciatore di chiudere la porta di casa e lui, in un ultimo tentativo di sottrarsi all’arresto, si è scagliato contro uno di loro, colpendolo ripetutamente e cercando di gettarlo a terra per guadagnare una via di fuga. A fatica gli operanti sono riusciti ad ammanettarlo e l’immediata perquisizione domiciliare ha portato al rinvenimento di altri 2 g circa di eroina, suddivisa in dosi, oltre a materiale per il loro confezionamento. L’algerino, disoccupato, è stato anche trovato in possesso di circa 1000 euro – per gli inquirenti provento di spaccio - e di alcuni oggetti di valore (quali orologi e cellulari) ricevuti probabilmente dai clienti come pagamento delle dosi. N.K. dovrà ora attendere ai domiciliari le decisioni previste dal Tribunale anconetano entro la fine della mattinata.

Il fine settimana della Tenenza è stato caratterizzato dai controlli, effettuati su settanta persone – una decina con carico misure di prevenzione -, trenta veicoli – con cinque violazioni al codice della strada, di cui una per guida in stato di ebrezza – e due locali, in uno dei quali sono risultate irregolarità al vaglio della magistratura.



Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2016 alle 08:16 sul giornale del 12 aprile 2016 - 1386 letture