contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Camerata Picena: proposto campo profughi accanto all'A14, la minoranza chiede trasparenza

3' di lettura
9159

camerata picena

La voce che da giorni gira di bocca in bocca tra Falconara e Camerata della concreta possibilità che a Camerata, in Località Saline, a pochissimi chilometri da Castelferretti, nei prossimi mesi venga realizzato dal Ministero dell’Interno un “Centro Accoglienza Profughi e Richiedenti Asilo” ha preoccupanti elementi di concretezza! Proprio ieri abbiamo saputo che il Prefetto di Ancona ha avuto i primi contatti con l’Amministrazione di Camerata Picena.

L’ipotesi sul tappeto è quella dell’utilizzo dell’enorme “Campo Base “ realizzato dalla Società Autostrade per ospitare gli operai del Cantiere della terza corsia dell’Autostrada ormai in fase di ultimazione. Siamo consapevoli che è in atto un emergenza “profughi”, che le crisi politiche e militari in tante parti dell’ Africa e del Medio Oriente non fanno che peggiorare di giorno in giorno la situazione, che l’Italia è in prima linea, che la risposta delle istituzioni italiane ed europee è totalmente inadeguata, che la chiusura delle frontiere da parte dei paesi del nord Europa non farà che peggiorare drammaticamente la situazione. Siamo consapevoli che la risposta non può essere la paura, che non è possibile nascondere la testa sotto la sabbia ma deve essere altrettanto chiaro che problemi di queste dimensioni non possono essere scaricati sulla testa inconsapevole di cittadini inermi.

Occorre in primo luogo chiarezza, occorre confronto e conoscenza e soprattutto risposte chiare alle domande dei cittadini: • cosa si vuole veramente realizzare alle Saline di Camerata? • sarà un centro di prima accoglienza o un a struttura destinata o ospitare centinaia di persone per mesi o forse per anni? • quanti potranno essere gli ospiti? • quali politiche di accoglienza verranno messe in campo? Quale sarà il coinvolgimento del territorio e della sue istituzioni? L’assenza di un coinvolgimento diretto da parte della Prefettura, non sappiamo se casuale o voluta, di Falconara è un segnale preoccupante. Una cosa è certa le ripercussioni sul territorio e sulle condizioni di vita dei nostri concittadini possono essere considerevoli, una questione di queste dimensioni non può essere scaricata solo su un piccolo comune come Camerata. In questa fase chiediamo in primo luogo trasparenza. Chiediamo che le Amministrazioni Comunali e Prefettura si confrontino con la cittadinanza, forniscano elementi di valutazione, rispondano alla preoccupazione diffusa, diano garanzie verificabili.

Questa è la prima richiesta: in pochi giorni assemblee pubbliche, Consigli Comunali aperti, tavoli di confronto. E’ sui livelli di informazione che le istituzioni sapranno garantire, sul coinvolgimento del territorio e della cittadinanza che daremo le nostre prime valutazioni. Diciamola tutta, speriamo che si tratti di ipotesi che non si concretizzeranno. Per finirla, una battuta, in questo territorio i lavori della terza corsia hanno portato tanti problemi e tanti disagi mai affrontati adeguatamente. Non vorremmo che al danno si aggiunga la beffa!



camerata picena

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2016 alle 20:10 sul giornale del 21 aprile 2016 - 9159 letture