contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Entra nel cantiere dell'ex Umberto I per rifornire di droga i suoi clienti, ma ad osservarlo c'è la Polizia

2' di lettura
3271

Pedinamento lungo il Viale della Vittoria. È ciò che hanno messo in atto gli agenti del reparto Unità Operative di Pronto Intervento venerdì pomeriggio verso le ore 15.00, vedendo un cittadino straniero dirigersi verso Largo Cappelli con fare circospetto e parlando animatamente al cellulare.

Giunto in prossimità della struttura dell’ex Umberto I, l’uomo si sarebbe posizionato davanti ad uno dei varchi creati nella recinzione del cantiere edile per aspettare nervosamente qualcuno all’interno. Dopo qualche minuto sarebbe stato raggiunto da un gruppetto di giovani che, dopo aver parlottato un po’, si sarebbero scambiati velocemente qualcosa per poi allontanarsi. I poliziotti a questo punto sono entrati in azione bloccando l’uomo che di fronte agli uomini dell’Uopi non avrebbe trovato alcuna via di fuga. Dall’immediato controllo gli agenti hanno rinvenuto all’interno del cappuccio della sua felpa nove involucri di cellophane trasparenti contenenti sostanza stupefacente del tipo hashish. Sprovvisto di documenti utili a confermare le sue generalità è stato accompagnato in Questura, dove è stato identificato come B.M., tunisino regolare sul territorio nazionale, con a carico precedenti penali per reati in materia di sostanza stupefacente, contro la persona e contro il patrimonio. Per lui sono scattate le manette.


Intervento delle Volanti anche in serata, con i poliziotti che verso le 23.00 hanno notato cinque studenti anconetani urlare e cantare a squarciagola tra via Palestro e via San Martino. Alla vista della Polizia avrebbero cercato di assumere un atteggiamento indifferente, sedendosi su un marciapiede per parlottare tra loro a bassa voce. Questo non ha comunque impedito agli agenti di identificarli e ammonirli verbalmente a rispettare il riposo e la quiete pubblica, oltre ad invitarli ad abbandonare immediatamente quel luogo.



Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2016 alle 14:03 sul giornale del 26 aprile 2016 - 3271 letture