contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: arriva l'"Informanziani"

4' di lettura
1160

Castello di Falconara

E’ stato presentato ieri dalla presidente del consiglio comunale Yasmin Al Diry nel corso della seduta della commissione VI, il progetto l'INFORMANZIANI. “Una proposta che è frutto dell' esperienza di vita e professionale di una cittadina falconarese, mia conoscente, della quale mi sono fatta portavoce” ha spiegato Al Diry.

Da un’analisi sociologica del territorio – illustra la consigliera - è emersa l’esigenza di dar voce a quella parte della cittadinanza che ha fatto la nostra storia, che sostiene le giovani famiglie (economicamente, nella gestione dei nipoti, nella vita frenetica di tutti i giorni) e che spesso non viene ascoltata. Poi, ad un certo punto, quella persona anziana, che prima ci ha sostenuto e aiutato con tutte le sue risorse, diventa ancora più anziana, a volte anche ammalata, e noi siamo persi. Siamo persi perché non sappiamo cosa fare, non sappiamo come farlo, non abbiamo tempo, e spesso non sappiamo a chi rivolgerci. Cerchiamo di farci aiutare, di reperire più informazioni possibili, ma è tutto molto confuso”.

Nasce da questa esigenza, comune a tante famiglie, il progetto Informanziani che permette a queste di essere ascoltate e agevola le stesse a individuare la soluzione più adatta alle specifiche esigenze. Semplicemente uno sportello informativo, un punto di ascolto, in cui con l’aiuto di un operatore, si osserva la situazione e si cerca insieme una soluzione, adatta, a quel caso in quel determinato momento. “L'ho ritenuto sin da subito un progetto lodevole e molto utile – prosegue Al Diry - dato che sia gli anziani che i familiari si sentono perduti quando la situazione socio sanitaria e di assistenza dell'anziano si complica un po'. Per non parlare poi di situazioni burocratiche e di normale amministrazione che spesso l'anziano e i suoi familiari non riescono a seguire per difficoltà di vario genere. L'Informanziani può essere una risposta concreta del nostro territorio a queste esigenze”. Il progetto è stato preso in esame dai componenti della commissione che ha deciso, di concerto con la presidente Stefania Marini e l'Assessore Fiorentini, di approfondire il discorso in una prossima riunione nella quale saranno delineate la fattibilità del progetto e le modalità di attuazione.

Segue il progetto 1. COS’E? L’informanziani è uno sportello informativo rivolto agli anziani e ai loro familiari, che risiedono nel nostro territorio. Al servizio possono rivolgersi anche le associazioni di volontariato, le organizzazioni pubbliche o private, che si occupano di anziani.

2. OBIETTIVO L’informanziani ha lo scopo di fornire ai cittadini informazioni utili alla gestione e alla cura dell’anziano e di facilitare l’accesso dei cittadini al sistema dei servizi sociali e socio sanitari del territorio.

3. COSA FA Presso lo sportello informanziani è possibile: · Reperire informazioni ed attivare le procedure burocratiche per il riconoscimento dell’invalidità e accompagno, ed essere seguiti in ogni fase dell’iter burocratico (dal certificato medico alla consegna della documentazione al patronato ). · Essere seguiti nella gestione socio sanitaria dell’anziano. · Avere informazioni sulle strutture per anziani, modalità di accesso, rette, documenti. · Essere informati sui servizi sociali e socio sanitari del territorio. · Conoscere le iniziative sociali e culturali rivolte alla terza età. · Essere informati su gite o momenti di aggregazione rivolti agli anziani. · Creare dei momenti di scambio con i più giovani. · Punto di ascolto e sostegno psicologico per l’anziano e i familiari. · Creare una rete interattiva con le associazioni del territorio che operano a favore dell’anziano. · Informazioni sui diritti della terza età, con assistenza e sostegno legale.

4. PERCHE’? Da un’esperienza personale e da un’analisi sociologica del territorio, è emersa l’esigenza di dar voce a quella parte della cittadinanza che ha fatto la nostra storia, che sostiene le giovani famiglie (economicamente, nella gestione dei nipoti, nella vita frenetica di tutti i giorni) e che spesso non viene ascoltata. Poi, ad un certo punto, quella persona anziana, che prima ci ha sostenuto e aiutato con tutte le sue risorse, diventa ancora più anziana, a volte anche ammalata, e noi siamo persi. Siamo persi perché non sappiamo cosa fare, non sappiamo come farlo, non abbiamo tempo, e spesso non sappiamo a chi rivolgerci. Cerchiamo di farci aiutare, di reperire più informazioni possibili, ma è tutto molto confuso. L’informanziani ci permette di essere ascoltati e ci aiuta a trovare la soluzione più adatta alle nostre esigenze. Semplicemente uno sportello informativo, un punto di ascolto, in cui con l’aiuto di un operatore, si osserva la situazione e si cerca insieme una soluzione, adatta a noi, a quel momento.



Castello di Falconara

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2016 alle 16:05 sul giornale del 30 giugno 2016 - 1160 letture