contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Urla e sonnellini in mezzo alla strada, guai per i bevitori incalliti alle Grazie e al Piano

1' di lettura
1284

Polizia generico

Troppo alcool e poca voglia di tornare al lavoro. Così i quartieri Grazie e Piano San Lazzaro diventano teatro per le bravate notturne di sbandati ed ubriaconi. Già dalle 21.00 le Volanti si sono viste costrette ad entrare in azione per calmare gli animi di un 43enne italiano e di un 34enne marocchino che barcollando continuavano ad urlare uno contro fino ad entrare in un bar per chiedere altri alcolici di fronte alla "pantera".

I poliziotti entrati nell’esercizio commerciale li avrebbero quindi sorpresi al bancone mentre si passavano due bottiglie di birra. Dopo l'identificazione, i due sono stati sanzionati per ubriachezza molesta. Per il proprietario del locale, un 34enne originario del Bangladesh, classe 1982, regolare con il permesso di soggiorno, è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria di competenza per aver somministrato bevande alcoliche a persone in stato di ubriachezza. Altro intervento verso le 3.30, quando alcune chiamate al 113 hanno portato le pattuglie della Squadra Volante si mettevano alla ricerca di un centauro caduto dalla sua Harley Davidson e che sarebbe stato notato da qualcuno giacere inerme ai bordi di una strada del quartiere Grazie. Individuata la moto, gli agenti hanno raggiunto il motociclista che era riverso supino al fianco del suo veicolo. Tuttavia non vi sarebbero stati segni di frenate sull’asfalto né danneggiamenti alla carrozzeria né escoriazioni sull'uomo, un 24enne anconetano. Piuttosto il presunto incidentato stava dormendo in mezzo alla strada in preda ai fumi dell'alcool. Per farlo riprendere sono dovuti intervenire gli operatori del 118.



Polizia generico

Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2016 alle 15:32 sul giornale del 30 agosto 2016 - 1284 letture