contatore accessi free

Dopo il ritorno delle strade provinciali all'Anas tocca al tratto Torrette-Castelferretti della Statale Adriatica

statale 16 3' di lettura Ancona 05/09/2016 - Confartigianato Trasporti torna sull’annosa questione della viabilità da e per Ancona che è divenuta la “cenerentola” della città e del porto internazionale di Ancona e che non trova mai una risposta concreta. Una situazione questa che, afferma Gilberto Gasparoni Segretario di Confartigianato Trasporti Marche è importante chiarire immediatamente dato che abbiamo perso decenni dietro vari progetti ed ora il Governo e le Istituzioni Regionali e Locali, debbono dare risposte certe sulla loro realizzazione.

Ancona e le Marche non possono più attendere oltre e la Regione Marche, ed il Comune devono pretendere una risposta immediata e concreta. Confartigianato quindi invita la Regione, ad essere determinata nel richiedere soluzioni concrete e tempi stretti perché il porto e la città non ne possono più di promesse a vuoto. E’ quindi importante che con il passaggio all'ANAS delle ex strade statali, sia trasferito anche la vecchia Flaminia (Torrette - Ancona) ed il bay pass che oggi sono l'unico collegamento tra porto e grande viabilità. Collegamento come è noto a tutti che è fatiscente ed è una pessima carta di presentazione per i turisti che utilizzano il porto nei loro trasferimenti ed un pericolo continuo per quanti provenienti da nord si dirigono al porto o in città in quanto la strada è fortemente sconnessa, piene di buche e canaloni. In sostanza un pericolo sistematico per tutti i transitanti su questa arteria. Inoltre per Confartigianato, è indispensabile procedere nel raddoppio della SS16 (variante) nella tratta Castelferretti - Torrette sia per eliminare le lunghe code che si verificano nelle ore di punta e che sono causa di continui incidenti mortali che per dare una risposta tempestiva ai problemi di collegamento tra l’A14 e la città di Ancona. Infine, afferma Elvio Marzocchi presidente di Confartigianato Trasporti Marche, servono le opere migliorative per facilitare la viabilità da e per il porto intervenire da subito sulle rotatorie e sui sovrappassi di Torrette, anche questi annunciati da qualche anno ma che tardano a partire al fine di rendere fluido il traffico da e per il porto e la città. Confartigianato che condivide il progetto di riallineamento della costa a nord, con l’ampliamento della Flaminia nella Tratta Torrette - By Pass con realizzazione di due nuove corsie ed il raddrizzamento della linea ferrovia vede in questo insieme di interventi una soluzione tampone fino a quando non verranno date risposte complessive al potenziamento della viabilità Porto-citta ed A 14. L'interesse di RFI a realizzare l'"alta velocità" con il raddrizzamento e lo spostamento a mare dei binari, le risorse previste dal bando regionale per il litorale nord di Ancona ed il possibile intervento dell'AP deve essere un'opportunità per la città che non va assolutamente trascurata e quindi gli amministratori tutti si debbono sentire impegnati nel migliorare i collegamenti in attesa della soluzione finale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2016 alle 15:26 sul giornale del 06 settembre 2016 - 1670 letture

In questo articolo si parla di attualità, trasporti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aAQL





logoEV
logoEV
logoEV