contatore accessi free

Spacca la finestra per andare a dormire e rischia il linciaggio dai vicini

Polizia generico 2' di lettura Ancona 04/10/2016 - L'1.00 di notte non è certo l'orario per fare shopping in Piazza della Repubblica. Eppure sembrava pensarla di diversamente un 43enne napoletano intento a scrutare le vetrine dei negozi, attirando anche l'attenzione della Volante che stava pattugliando la zona.

Accortosi di essere osservato, l'uomo avrebbe tentato di nascondersi tra la gli scalini e il portone chiuso di uno stabile confidando nel buio e nella sua corporatura esile. Gli agenti tuttavia sono comunque riusciti ad intercettarlo per provvedere all'identificazione e scoprirne quindi i precedenti per furto e danneggiamento. Di fronte alle domande sul motivo della sua presenza ad Ancona, il 43enne non avrebbe saputo dare alcuna risposta, riferendo solo di essere arrivato in treno in tarda serata e di aver deciso di scendere nella stazione del capoluogo dorico in quanto non aveva mai visitato il Conero. Accompagnato in Questura ha aggiunto quindi un nuovo foglio di via alla sua già voluminosa collezione. Ma i guai in città sono aumentati con il procedere della notte. Verso le 2.30 in Piazza Cavour una volante, notando un uomo dormire su una panchina, avrebbe deciso di svegliarlo per controllare che stesse bene. Tuttavia alla vista della "pantera" l'uomo sarebbe fuggito di corsa verso il Viale della Vittoria. Inseguito e bloccato è stati identificato come un 40enne tunisino pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e in materia di sostanze stupefacenti, gravato per di più da un decreto di espulsione dal territorio nazionale. Accompagnato in Questura è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria di competenza prima di essere scortato alla frontiera. Infine, verso le 4.00 in zona Piano San Lazzaro, gli agenti hanno dovuto riportare alla calma due inquilini che avevano avuto un acceso diverbio. Un rumore di vetri che si frantumavano aveva infatti svegliato una donna che allarmata si era affacciata e aveva visto la finestra del suo dirimpettaio completamente divelta. Preoccupata aveva contattato il 113, temendo che dei ladri si fossero introdotti nell’appartamento del vicino. Ma mentre sorvegliava l’abitazione ecco che dalla finestra rotta si affacciava proprio il vicino di casa che incominciava a urlarle contro di smettere di sbirciare all'interno fino a svegliare l'intero palazzo. La vicina di casa offesa avrebbe cominciato a ribattere agli insulti fino a rendere necessario l'intervento dei poliziotti. L’uomo avrebbe raccontato di aver perso le chiavi di casa e che quindi per andare a dormire non aveva esitato a rompere i vetri della finestra. Scoperto il malinteso tutti sono tornati serenamente a dormire.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2016 alle 16:14 sul giornale del 05 ottobre 2016 - 1180 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aBVo





logoEV