contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Pasti insufficienti e insalubri serviti agli agenti del carcere di Barcaglione, la denuncia del Sappe

1' di lettura
1035

carcere

Condizione precarie circa la qualità e la quantità dei pasti serviti, locali insalubri, cibi scaduti. Una situazione di degrado e insalubrità che caratterizza la Mensa degli Agenti di Polizia Penitenziaria in servizio nella Casa di Reclusione Barcaglione di Ancona.

La denuncia è del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. “Ci si dovrebbe vergognare per come viene lasciato allo sbando il Personale di Polizia Penitenziaria, in condizioni insalubri, indecenti e vergognose: cibi scaduti e avariati, locali insalubri, Una situazione di estrema precarietà, accertata anche dai sanitari dell’Asl, intervenuti dopo la segnalazione dei componenti della Commissione Mensa interna. Per questo, il SAPPE proclama lo stato di agitazione del Personale di Polizia Penitenziaria che prevede l’astensione, da parte degli Agenti, dalla consumazione dei pasti in mensa, almeno fino a quando l’Amministrazione penitenziaria non imporrà alla Ditta che gestisce la mensa del carcere il pieno rispetto degli obblighi contrattuali”, denuncia Nicandro SILVESTRI, Segretario regionale per le Marche del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

“Una situazione assurda, da tempo ben nota a tutti ma che non ha ancora scandalosamente trovato una soluzione”. Anche il Segretario Generale del SAPPE, Donato Capece, sostiene la protesta dei poliziotti di Ancona e denuncia le pessime condizioni nelle quali è costretto a operare il Personale: “Il degrado che caratterizza la Mensa Agenti del carcere Barcaglione di Ancona è vergognoso e il SAPPE, come primo e più rappresentativo Sindacato della Polizia Penitenziaria, rappresenterà ai vertici nazionali e regionali dell’Amministrazione Penitenziaria tutte queste criticità, sollecitando urgenti e adeguati interventi”,



carcere

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2016 alle 15:32 sul giornale del 01 dicembre 2016 - 1035 letture