contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Ladro si finge medico per tentare la fuga dal Salesi

2' di lettura
1547

Polizia generico

Una chiamata è arrivata in Questura in mattinata verso le 11.00. "Venite subito... hanno rubato il portafogli a mia moglie " ha esclamato una voce maschile spiegando di trovarsi al Salesi.

Giunti sul posto, gli Agenti hanno raccolto la descrizione di un uomo con un giubbotto color militare che si stava allontanando frettolosamente. Una volta circondate le uscite dell'ospedale, i poliziotti si sono divisi per rintracciare il sospetto. Alla fine sono riusciti ad individuare un soggetto che scendeva le scale della palazzina che conduce ai reparti. Sotto al giubbotto militare aveva gli abiti da lavoro tipici di un medico: pantaloni e maglia verde, camice bianco e uno stetoscopio al collo. Ma non era un vero medico. Nascosti nelle vicinanze gli agenti hanno infatti trovato alcune carte di credito ed circa 100 euro rubati ad una degente. L'uomo è stato riconosciuto come P.P., 44enne anconetano, ed è stato arrestato per furto aggravato e trattenuto in Questura in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto. Sventata anche una rapina in un bar di via Flaminia. Erano circa le 23.30 quando è scattata una chiamata al 113. Sul posto sono arrivati gli agenti delle Volanti che hanno subito individuato un uomo che si stava allontanando dal posto ed hanno quindi provveduto a bloccarlo e controllarlo. Alla richiesta dei documenti, B.G., 52enne anconetano pregiudicato, avrebbe reagito violentemente tentando di colpire i poliziotti con calci e pugni. Dopo averlo calmato, gli Agenti hanno potuto constatare che l'uomo era entrato nel bar chiedendo una bevanda alcolica ma dopo che il gestore, avendo notato il suo stato di ebrezza, si era rifiutato di fornirgliela, B.G. lo aveva costretto, sotto la minaccia di spaccargli la faccia, ad aprire la cassa e di dargli il denaro. Il Tribunale di Ancona ha convalidato l'arresto in mattinata e rinviato l'udienza.



Polizia generico

Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2016 alle 15:35 sul giornale del 10 dicembre 2016 - 1547 letture