contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

"Sono un amante delle quattro ruote", la scusa del ladro d'auto pizzicato dalla Polizia

2' di lettura
1217

Feste di Natale in sicurezza con i controlli straordinari di Polizia. I risultati non sono mancati. In ventidue posti di controllo, gli agenti hanno controllato seicentodiciotto persone (di cui duecentosettantasei stranieri), duecentonovantacinque veicoli e dodici locali.

Verso le 11.00 di giovedì, i poliziotti hanno notato un individuo che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta a Borgo Rodi. Si avvicinava alle auto, appoggiava il volto al vetro del lato guidatore per vedere cosa vi fosse all’interno dell’abitacolo e poi guardandosi le spalle armeggiava davanti alle portiere, cercando di aprirle. Al quarto tentativo sarebbe riuscito ad aprire un'utilitaria, salvo richiuderla con una smorfia dopo aver capito con una sbirciata all'interno che vi era alcun oggetto di valore da rubare. A questo punto gli agenti hanno provveduto all'identificazione. Si è trattato di un 54enne anconetano con precedenti per reati contro il patrimonio. Interrogato in merito al suo comportamento, il 54enne ha dichiarato di non voler fare nulla di illegale ma di essere un “amante delle quattro ruote” e un appassionato di “carrozzerie di interni”. Accompagnato in Questura è stato denunciato per tentato furto. Verso le 17.30 gli agenti del Nucleo Cinofili, passando in zona Posatora, hanno notato un individuo che, alla vista della "pantera" avrebbe tentato di scappare via dal Parco "Belvedere". Passandogli vicino, il cane antidroga “Tar” ha incominciato ad abbaiare e ad indicare al suo conduttore la presenza di sostanza stupefacente. Bloccato e identificato come un 36enne romeno, è stati sottoposto a una perquisizione che ha portato al recupero di una dose di marijuana. Per questo è stato segnalato in Prefettura come assuntore. Verso le 18.30 gli agenti hanno provveduto ad un controllo dell'Ospedale Umberto I. In prossimità dell’ingresso in mezzo alla siepe gli agenti rinvenivano due borse in plastica contenenti lenzuola, ciabatte, vecchi indumenti e bottiglie vuote di birra. Da un attento controllo anche all’interno dell’ospedale, i poliziotti hanno identificato una 44enne romana senza fissa dimora che bivaccava sulle sedie davanti ad un distributore automatico di bevande con al seguito una busta di plastica piena di effetti personali e alcune coperte, sulla quale gravava un divieto di ritorno nel comune di Ancona. È stata perciò denunciata per la violazione di un provvedimento di polizia. Denunciato anche un un 39enne anconetano dalla Squadra Mobile per essere stato trovato con 19 g di marijuana nascosti in casa.





Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2016 alle 15:36 sul giornale del 17 dicembre 2016 - 1217 letture