contatore accessi free

Camerano: Manifesta la pace, l'iniziativa dell'Anpi locale

anpi 4' di lettura 21/04/2017 - "MANIFESTA LA PACE" è il titolo della mostra che l’ANPI di Camerano in collaborazione con il Comune propone in occasione della ricorrenza del 25 aprile mostra che va ascritta sicuramente tra le iniziative che consentono, a partire dalle immagini, una riflessione sulla nostra storia recente sulla funzione ed il ruolo che da sempre hanno nella comunicazione i manifesti.

"MANIFESTA LA PACE" è il titolo della mostra che l’ANPI di Camerano in collaborazione con il Comune propone in occasione della ricorrenza del 25 aprile mostra che va ascritta sicuramente tra le iniziative che consentono, a partire dalle immagini, una riflessione sulla nostra storia recente sulla funzione ed il ruolo che da sempre hanno nella comunicazione i manifesti. Si tratta di una grande bacheca su un periodo importante che va dal 1945 ai nostri giorni, dalla Liberazione dal nazifascismo fino alla battaglia contro tutte le guerre ma con l’obiettivo comune della PACE. La mostra non ha solo funzione rievocativa, sarebbe troppo limitata, perché lo spirito è quello di far comprendere, in particolare alle giovani generazioni, quanti sacrifici sono stati fatti per ottenere la libertà e quanto ancora ci resta da fare per difenderla. Anche attraverso i manifesti possiamo ricostruire una storia anche artistica. Trubbiani, Echauren, Balan, Zizola, Bartocci, Gomez, ecc… sono tutti artisti di fama internazionale che hanno disegnato la storia politica civile e sociale. Aspirazioni, sogni, speranze, idealità si sedimentano nel manifesto, che insieme alla fotografia, è stato tra i primi dispositivi visivi che la modernità ha messo in campo. Di particolare interesse sono i manifesti dedicati alla storia locale, agli antifascisti di Camerano, alla Strage di Marzabotto, allo sterminio della Famiglia Cervi ivi compreso il manifesto edito dal ministero della Difesa del 2007. Un’altra parte della mostra affronta il problema della Pace, si va dall’inizio dell’obiezione di coscienza alle prime marce antimilitariste, fino alle grandi manifestazioni contro tutte le guerre. Un legame comunque che unisce la Resistenza all’obiettivo del raggiungimento di una coesistenza pacifica con tutta l’umanità. La mostra resterà aperta tutti i giorni a partire dal 22 aprile fino al 1^ maggio dalle ore 17,30 alle 20,00. l titolo della mostra che l’ANPI di Camerano in collaborazione con il Comune propone in occasione della ricorrenza del 25 aprile mostra che va ascritta sicuramente tra le iniziative che consentono, a partire dalle immagini, una riflessione sulla nostra storia recente sulla funzione ed il ruolo che da sempre hanno nella comunicazione i manifesti. Si tratta di una grande bacheca su un periodo importante che va dal 1945 ai nostri giorni, dalla Liberazione dal nazifascismo fino alla battaglia contro tutte le guerre ma con l’obiettivo comune della PACE. La mostra non ha solo funzione rievocativa, sarebbe troppo limitata, perché lo spirito è quello di far comprendere, in particolare alle giovani generazioni, quanti sacrifici sono stati fatti per ottenere la libertà e quanto ancora ci resta da fare per difenderla. Anche attraverso i manifesti possiamo ricostruire una storia anche artistica. Trubbiani, Echauren, Balan, Zizola, Bartocci, Gomez, ecc… sono tutti artisti di fama internazionale che hanno disegnato la storia politica civile e sociale. Aspirazioni, sogni, speranze, idealità si sedimentano nel manifesto, che insieme alla fotografia, è stato tra i primi dispositivi visivi che la modernità ha messo in campo. Di particolare interesse sono i manifesti dedicati alla storia locale, agli antifascisti di Camerano, alla Strage di Marzabotto, allo sterminio della Famiglia Cervi ivi compreso il manifesto edito dal ministero della Difesa del 2007. Un’altra parte della mostra affronta il problema della Pace, si va dall’inizio dell’obiezione di coscienza alle prime marce antimilitariste, fino alle grandi manifestazioni contro tutte le guerre. Un legame comunque che unisce la Resistenza all’obiettivo del raggiungimento di una coesistenza pacifica con tutta l’umanità. La mostra resterà aperta tutti i giorni a partire dal 22 aprile fino al 1^ maggio dalle ore 17,30 alle 20,00. L’ANPI invita tutti i cittadini a partecipare alle iniziative organizzate dal Comune di Camerano nei giorni 22 e 25 aprile.

Piero Giancola, Presidente ANPI di CAMERANO






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2017 alle 22:40 sul giornale del 22 aprile 2017 - 789 letture

In questo articolo si parla di attualità, anpi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aIGY