contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
articolo

Anconitana: una prima categoria da record

3' di lettura
2972

Oltre mille e duecento spettatori per il debutto casalingo dell'Anconitana in prima categoria allo Stadio Del Conero. Non ci sono statistiche dettagliate in merito ma difficilmente crediamo che nella storia del calcio italiano ci siano stati così tanti spettatori in questa categoria dilettantistica. Segno che l'amore dei tifosi anconetani, nonostante l'ennesima estate a dir poco tribolata, vada oltre la categoria ed è legata ai colori della squadra che ovviamente sono il bianco ed il rosso.

L'inizio della stagione anche sul fronte dei risultati è stata assolutamente positiva, nonostante l'Unione Sportiva Anconitana Associazione Sportiva Dilettantistica (questo il nome completo della nuova società) non abbia poi avuto molto tempo per preparare la squadra anche perché il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Marche ha deciso la promozione a tavolino della compagine dalla terza alla prima categoria soltanto lo scorso 31 agosto.

"Siamo appena nati e già abbiamo vinto due campionati" ha scritto un tifoso anconetano sui social e indubbiamente la battuta comunque conferma il clima di ottimismo ed entusiasmo dell'ambiente nonostante i tanti problemi che il calcio ha avuto ad Ancona negli ultimi anni. Se comunque pensiamo alla Maceratese ed al suo anno sabbatico bisogna sempre ricordarsi che è il caso di accontentarsi.

La nuova Anconitana guidata dal tecnico Marco Lelli e dal presidente Stefano Marconi ha già trovato il suo leader e non solo perché sia il capitano della squadra. Stiamo parlando dell'attaccante Salvatore Mastronunzio, soprannominato la Vipera.

Il calciatore toscano ha già militato nell'Ancona per due stagioni (2008-2009 e 2009-2010) quando però i dorici militavano in Serie B. Dopo Siena, Spezia, Gubbio e Crevalcore, Mastronunzio ha deciso di tuffarsi in questa nuova esperienza con la speranza comune di risalire verso campionati più adeguati al blasone e alla piazza anconitana.

Proprio Mastronunzio e l'altro pezzo pregiato della squadra, l'attaccante cubano Joel Apezteguia, hanno segnato nella partita di debutto in casa contro un Borgo Minonna che ha venduto cara la pelle anche forse particolarmente galvanizzato dalla cornice di pubblico e dell'impianto a cui probabilmente i giocatori non erano abituati.

Ben venga dunque questo grande entusiasmo ma l'importante a questo punto è che il progetto abbia un respiro a medio-lungo termine con la speranza di vedere nuovamente il Del Conero completamente pieno per una partita e non per altro visto che negli ultimi anni lo abbiamo visto pieno soltanto per alcuni concerti come quello di Jovanotti. Stefano Marconi, anconetano, è un imprenditore titolare di una importante impresa come la Rays e non ci sarebbe niente di male se per categorie più importanti altri soggetti della zona si affiancassero a lui per affrontare campionati più importanti in modo più sereno. Ed intanto gli anconetani sognano e si immaginano l'Ancona di nuovo nel calcio che conta magari con anche la possibilità di scommetterci sopra approfittando degli incentivi proposti dai siti specializzati per i nuovi giocatori come il Codice Promozionale Snai.



Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2017 alle 19:45 sul giornale del 07 ottobre 2017 - 2972 letture