contatore accessi free

Falconara: il risultato dello screening gratuito dei nei

ospedale generico 3' di lettura 14/02/2018 - Questa mattina all’Ospedale Riuniti di Torrette il Sindaco di Falconara Marittima, Goffredo Brandoni, insieme ai componenti del GAS (Gruppo Amici per lo Sport) ha premiato la Dottoressa Annamaria Offidani e la sua equipe medica.

“A distanza di un mese possiamo affermare che questo evento si è rivelato un’esperienza meravigliosa perchè c’è stata comunità di intenti e condivisione, con una piena convergenza fra associazione, autorità e pazienti.” Ha affermato la Dottoressa. “La perfetta organizzazione degli screening, che si sono potuti realizzare all’interno della location predisposta con 34 settings diagnostici, ha permesso anche un bel rapporto fra pazienti e medici, basato sul senso di responsabilità di ciascuno.”

Oltre 34 in tutto i dottori che si sono volontariamente messi al sevirzio dei cittadini, falconaresi e non, gratuitamente e senza riserve.

In quattro giorni e mezzo (dal 9 al 13 gennaio) sono state esaminate 1.206 persone su 1.339 prenotate (561 maschi e 645 femmine). La fascia di popolazione che si è dimostrata più sensibile alla prevenzione sui nevi è risultata essere quella compresa fra i 40 ed i 60 anni, per un totale di 424 soggetti a prevalenza femminile (253 contro i 171 maschi). Oltre duecentocinquanta quelli giovani, ovvero nella fascia d’età compresa fra i 20 ed i 40 anni, anche in questo caso a prevalenza femminile (152 donne e 104 uomini).
Gli over 60 sono stati 230, mentre buona la presenza dei giovanissimi (142), di età inferiore ai 20 anni. Infine gli over 70 sono stati 154, con prevalenza maschile (91 contro 63 donne).

Da sottolineare che non si sono sottoposti allo screening dei nevi soltanto i falconaresi, ma il 10% dei pazienti è risultato venire anche dalle province di Pesaro e Macerata.

La maggior parte delle persone visitate è risultata appartenere al fototipo 1-2, quindi di pelle chiara e/ con capelli chiari o rossi. Il campanello d’allarme è scattato per 237 persone delle 1.206 visitate: di queste un paio sono state immediatamente sottoposte ad intervento chirurgico, mentre per tutti gli altri vale il monitoraggio dermatologico le cui tempistiche variano a seconda dei casi. Sta di fatto che nessuna delle 237 persone attualmente sotto la lente della Professoressa Offidani erano a conoscenza di un disturbo dermatologico.
“Nella nostra regione purtroppo il melanoma non è affatto un timore raro come si potrebbe essere portati a pensare” continua la Professoressa “ci sono infatti circa 800 nuovi casi nelle Marche ogni anno. È quindi fondamentale fare prevenzione e sensibilizzare i cittadini ad una corretta esposizione ai raggi solari.”
Delle 1.206 persone il 6%, non a caso, aveva dichiarato di aver riscontrato familiarità per melanoma da parenti di primo grado.

“Questo evento per noi rappresenta l’esemplificazione del concetto di sinergia” ha dichiarato Diego Cardinali, Presidente del GAS “Senza tutte le forze in gioco questo evento non avrebbe avuto successo, ed è stato replicato sulla base dell’ottimo riscontro del 2013. A nome del GAS ringrazio tutti coloro che hanno partecipato, dai professionisti privati, ai pubblici ed all’assessorato del Comune di Falconara Marittima.”

Contando una media di €70 a paziente, questo screening, effettuato in occasione del trentennale dalla scomparsa del pallavolista Gianfranco Badiali, ha permesso un risparmio di poco meno di €85.000 al Sistema Sanitario Nazionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2018 alle 18:34 sul giornale del 15 febbraio 2018 - 1041 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aRHg





logoEV
logoEV