contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Urla e minacce brandendo un bastone. Scattano le manette per un 37enne

2' di lettura
1084

Squadra volanti in azione

Urla e minacce brandendo un bastone. Scattano le manette per un 37enne. L’uomo era già agli arresti domiciliari.

Nel tardo pomeriggio di ieri la sala Operativa ha inviato un equipaggio della Volante nei pressi di via Cristoforo Colombo luogo ove era stata segnalata una lite tra due persone. I Poliziotti arrivati sul a posto non trovavano nessuno, ma venivano avvicinati da alcuni cittadini che riferivano di aver notato due persone litigare animatamente e una in particolare aveva in mano un bastone che ogni tanto brandiva. I cittadini fornivano ai Poliziotti della Volante anche le descrizioni dei litiganti dei quali però non vi era traccia nelle zone circostanti. I Poliziotti capivano dalle descrizioni chi poteva essere l'uomo che, così come riferito dai passanti, gridava minacciando e che brandiva un bastone, e si recavano nei luoghi conosciuti come abituali per il soggetto. Infatti in via Scrima i Poliziotti notavano un uomo perfettamente corrispondente a quello descritto dai cittadini e, conosciuto dagli operatori di Polizia in quanto avente numerosi precedenti di Polizia che cercava di nascondersi tra le auto per non essere acciuffato. I Poliziotti invitavano l'uomo ad alzarsi e a mostrarsi alla loro vista, ma invece di aderire alla richiesta si alzava di scatto e iniziava a spintonare gli operatori sferrando calci e pugni. I Poliziotti riuscivano a caricarlo sull'auto di servizio e a portarlo in Questura, non senza difficoltà, per i rilievi del caso; una volta negli uffici, l'uomo classe '81 italiano, residente in città veniva tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e per evasione in quanto l'uomo era gravato dalla misura degli arresti domiciliari. Per quanto sopra veniva associato presso il carcere di Montacuto e posto a disposizione dell'A.G.

E mentre una Volante terminava di occuparsi dell'uomo arrestato un altro equipaggio fermava un cittadino straniero nei pressi della stazione e dopo gli accertamenti di rito emergeva che sull'uomo pendeva un ordine di cattura per esecuzione di pena da eseguire emesso dalla Procura della Repubblica di Trieste . L'uomo classe '79 veniva associato presso il carcere di Montacuto a disposizione dell'A.G.



Squadra volanti in azione

Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2018 alle 15:52 sul giornale del 29 giugno 2018 - 1084 letture