contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Lo Chef Cedroni porta lo stoccafisso "fighetto" all'Identità Golose Milano

2' di lettura
1839

Lo Chef Moreno Cedroni sarà la prima firma presente ad Identità Golose Milano, il primo hub internazionale della gastronomia, che ospita in via Romagnosi, 3 il meglio dell’arte gastonomica.

Situato nelle vicinanze della Scala e del famoso Quadrilatero, l’hub sarà, insieme, ristorante, centro polifunzionale per eventi, enoteca, spazio didattico.
Simile, quanto alla formula, a quella del temporary aperto ad Expo 2015: dal mercoledì al sabato, a cena, si avvicenderanno cuochi da tutto il mondo; le cene del lunedì e del martedì insieme al menu del mezzogiorno saranno invece a cura del resident chef Alessandro Rinaldi; supervisione e coordinamento della brigata e del menu saranno in capo ad Andrea Ribaldone, così come ad Expo.

Moreno Cedroni, patron della Madonnina del Pescatore a Senigallia, proporrà per la sua cena, un ricciola ‘un po’ cruda’ con olio al basilico e una centrifuga di pomodoro; seguirà poi una lasagnetta di pesce e una rivisitazione – a detta dello Chef- un po’ “fighetta” dello stoccafisso norvegese. Un fico congelato grattato su gelato di gorgonzola sarà l’originale dessert.

Cedroni, che è Ambasciatore in Italia dello stoccafisso Norvegese, ha negli anni approfondito la sua conoscenza della materia prima e affinato le capacità di maneggiarla. Noto per la sua creatività nell’unire la tradizione e l’innovazione nei suoi piatti, è stato in grado di rendere lo stoccafisso protagonista di un piatto “fighetto” e leggero, che ben si abbina con i ritmi frenetici della realtà milanese.

Lo stoccafisso è un piatto tradizionale nelle tavole doriche ma il cui ingrediente principe arriva dalla Norvegia. Le prime importazioni in Italia e in Europa risalgono al XV secolo quando, narra la tradizione, un nobile veneziano dopo uno sfortunato naufragio a sud dell’Irlanda, raggiunse su un’imbarcazione di soccorso le isole Lofoten in Norvegia. Proprio in questa località conobbe lo stoccafisso e da lì iniziò il commercio con l'Italia.

Le ricette che lo vedono protagonista cambiano di luogo in luogo, dalla Liguria, alla Sicilia e alla Calabria passando per la Toscana. Lo stoccafisso inoltre è piatto tradizionale anche in un'altra regione, meglio, di un'altra città italiana, che fa a sé un caso speciale: Ancona, luogo di nascita di Cedroni.

“Seppure lo stoccafisso sia un alimento non ricco di sapori, trova però negli ingredienti della cucina nostrana abbinamenti perfetti che lo rendono magico” – afferma lo Chef – “Così come incantevole è la sua capacità di adattamento, la sua versatilità e perfino il modo in cui viene appeso, a testa in giù”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2018 alle 23:48 sul giornale del 26 settembre 2018 - 1839 letture