Minaccia di uccidersi e ferisce il figlio di 5 anni, paura a Tavernelle

ambulanza notte Ancona 08/01/2019 - Torna a casa ubriaco, litiga con la moglie e minaccia di uccidersi, finendo per ferire involontariamente il figlio di 5 anni.

Notte di paura a Tavernelle, dove un giovane papà peruviano ha messo in allarme il quartiere intero, sporgendosi dal balcone con l’intenzione di lanciarsi nel vuoto dal quarto piano. E’ stata la moglie, anconetana, a trarlo in salvo, afferrandolo prima che facesse una follia. Determinante è stato anche l’intervento del 118, con l’automedica e la Croce Rossa, e dei carabinieri. E’ accaduto domenica sera, poco prima della mezzanotte.

Il trentenne è rientrato a casa piuttosto brillo, dopo una serata trascorsa con gli amici. Subito è scoppiato un litigio con la compagna, stanca di vederlo quasi ogni sera in quelle condizioni. Al culmine del diverbio, il peruviano avrebbe afferrato un coltello minacciando di togliersi la vita, sotto gli occhi dei bambini piccoli. Uno dei due, di appena 5 anni, sarebbe rimasto lievemente ferito a una mano mentre la mamma cercava di disarmare il marito il quale, di fronte a quella scena, è andato sul terrazzo e ha scavalcato la ringhiera.

Voleva farla finita, lanciandosi nel vuoto dal quarto piano. E’ stata proprio la moglie, che nel frattempo aveva chiamato il 118, a salvarlo. Il trentenne è stato accompagnato in ambulanza al pronto soccorso di Torrette in stato confusionario.






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2019 alle 11:25 sul giornale del 09 gennaio 2019 - 3092 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a26a