contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
articolo

Poker al Cantiano, l'Anconitana va in fuga

1' di lettura
1205

Ennesima vittoria per l’Anconitana che rifila al Cantiano un poker di reti, proprio come all’andata. Finisce 4-1 per i dorici che vanno in fuga, a +7 sulla Vigor Senigallia.

Avvio bruciante. Dopo 5 minuti l’Anconitana è già in vantaggio grazie a Mastronunzio, lasciato libero di colpire in piena area sul cross di Piergallini. Il Cantiano, però, ha una reazione d’orgoglio e al 12’ si guadagna il rigore del provvisorio pareggio, concesso per un’entrata fallosa di Mercurio su Simone Luchetti e trasformato da Bucefalo. Ma l’Anconitana non ci sta e al quarto d’ora torna in vantaggio: prima Zaldua di testa impegna Pifarotti alla deviazione e dal corner seguente, battuto da Jachetta, l’argentino concede il bis e fa centro. I ritmi poi calano, anche per via del campo molto allentato, ma il Cantiano non demorde e per due volte va vicino al pareggio con una rovesciata di Bucefalo e una botta da fuori di Lucertini, senza fortuna.

Nella ripresa, su un campo in pessime condizioni, giocare diventa complicato. Il Cantiano non si dà per vinto e crea le condizioni per il 2-2 che non arriva perché prima Simone Luchetti si mangia un gol sotto porta sul cross di Salsiccia (24’), poi trova sulla sua strada Lori, bravo a bloccare il tiro da fuori (26’). Nel momento di maggiore sforzo dei pesaresi, è l’Anconitana a colpire: sul corner di Venturim, è Mercurio a mettere il pallone in porta dopo la spizzata di Zaldua (35’). Nel finale, Bartoloni, appena rientrato da un lungo infortunio, cala il poker sulla magia di Mastronunzio.



Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2019 alle 17:48 sul giornale del 21 gennaio 2019 - 1205 letture