I Verdi contro i parcheggi del Cardeto: "agire nella direzione di protezione della qualità ambientale"

Ancona 11/02/2019 - I Verdi della città di Ancona, da sempre impegnati nella tutela dei beni ambientali, confermano una netta contrarietà all’accesso di auto e alla realizzazione di parcheggi all’interno del Parco del Cardeto

I Verdi della città di Ancona, da sempre impegnati nella tutela dei beni ambientali, confermano una netta contrarietà all’accesso di auto e alla realizzazione di parcheggi all’interno del Parco del Cardeto e auspicano che anche per i veicoli commerciali si preveda presto l’utilizzo esclusivo di mezzi elettrici per la consegna delle merci alle attività, come in molte aree densamente abitate, diminuendo così anche l’inquinamento acustico.
L’accessibilità del Cardeto, nel cuore del centro storico, deve rientrare all’interno di un progetto ampio di mobilità dolce che sosteniamo da sempre; la notizia della richiesta da parte dei concessionari del Vecchio Faro, pertanto ci sembra non in linea con le politiche non solo nazionali, ma mondiali sulla riduzione dell’inquinamento dovuto al traffico che hanno determinato l’estensione delle ZTL urbane, la promozione dell’uso di biciclette, lo sviluppo delle reti di viabilità pedonale e l’uso di veicolo elettrici.
La città di Ancona già nel 2016 ha aderito al Patto per il Clima e l’Energia e proprio in questi giorni un esponente della nostra amministrazione comunale è a Bruxelles per rappresentarci, ciò conferma l’impegno di agire nella direzione di protezione della qualità ambientale e di riduzione della vulnerabilità del territorio a fronte dei diversi impatti del cambiamento climatico.

Gruppo Verdi Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2019 alle 00:11 sul giornale del 12 febbraio 2019 - 401 letture

In questo articolo si parla di verdi, politica, gruppoverdiancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4ad





logoEV