contatore accessi free

Annunciati 833 licenziamenti, sciopero e sit-in alla Sirti di Ancona

1' di lettura Ancona 18/02/2019 - Anche ad Ancona, lunedì sciopero e sit-in dei lavoratori della Sirti contro gli 833 licenziamenti (su un totale di 3.692 dipendenti) annunciati dall’azienda in tutta Italia.

Lo sciopero del gruppo riguarda tutta Italia: la Fiom chiede il ritiro degli esuberi. L’azienda metalmeccanica si occupa di installazioni di impianti telefonici. Allo stabilimento della Baraccola di Ancona, in via Edison, si contano 40 dipendenti; gli esuberi quantificati per l’area del Nord Est, che include anche le Marche, sono 93.

I licenziamenti sono stati decisi dall’azienda per il calo di commesse e per il ricorso costante al massimo ribasso delle aste, che comporta il continuo affidamento ai subappalti a scapito dei lavoratori del gruppo.

L’adesione allo sciopero è stata totale; martedì ci saranno altre due ore di sciopero con la sospensione di tutte le prestazioni straordinarie, delle flessibilità, delle reperibilità e dei tempi di viaggio. Per sostenere la vertenza, la Fiom Cgil di Ancona organizzerà altre iniziative nei prossimi giorni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2019 alle 17:40 sul giornale del 19 febbraio 2019 - 2215 letture

In questo articolo si parla di attualità, sciopero, fiom, licenziamenti, fiom ancona, sirti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a4p4





logoEV
logoEV