contatore accessi free

Elezioni europee: venerdì si presenta alla cittadinanza Volt, il primo partito europeo

Volt 2' di lettura Ancona 19/02/2019 - Venerdì 22 febbraio 2019 alle 18:00 si svolgerà nel capoluogo marchigiano un incontro aperto alla cittadinanza per presentare Volt, il primo partito europeo. L’incontro avrà luogo al ristorantino del Dopolavoro Ferroviario, in via de Gasperi 36.

L'Europa è al centro del dibattito politico ormai da molto tempo ed è necessario avere maggiore consapevolezza su come ridare impulso ad un progetto che oggi viene rimesso in discussione da più parti. Volt è un movimento paneuropeo e progressista che propone un modo di fare politica nuovo e più inclusivo.

Vuole portare un cambiamento reale a tutti i cittadini d'Europa. L’approccio paneuropeo serve a vincere le sfide presenti e future: cambiamenti climatici, diseguaglianze economiche, immigrazione, conflitti internazionali, terrorismo, l'impatto della rivoluzione tecnologica sul lavoro. Limitati dai confini e dalle divisioni, i partiti nazionali non sono in grado di affrontare queste sfide: è invece necessario che noi Europei iniziamo a lavorare tutti insieme, come un solo popolo.

Essendo un movimento politico transnazionale, Volt vuole aiutare gli Europei a unirsi per creare una visione e un sentire comuni, condividere buone pratiche e sviluppare nuove politiche, insieme. Dopo i meetup di Senigallia e Fano, Volt approda finalmente nel capoluogo regionale. Durante l’evento verrà presentata la dichiarazione di Amsterdam, il programma politico di Volt per le Europee 2019, programma unico e condiviso per tutte le nazioni in cui Volt è presente. Un momento di riflessione aperto ai cittadini interessati a conoscere meglio le questioni aperte dell'Unione Europea, le politiche di Volt in merito e le sue proposte per l'Europa di domani.

Raccogliere 150.000 firme per presentarsi alle Europee del 26 maggio: per i prossimi due mesi, questa è la missione ambiziosa e coraggiosa di Volt Italia. La campagna di raccolta firme è stata lanciata durante il congresso nazionale di Firenze che si è appena concluso e coinvolgerà attivamente i 60 comitati locali tra i quali naturalmente Ancona e le Marche: si tratta della prima campagna politica paneuropea, sostenuta da 20.000 persone in Europa di cui 4.000 in Italia. Firmare non significa votare o tesserarsi, è un semplice atto di democrazia per aiutare i nuovi partiti a candidarsi.

Nella lista di Volt ci sono anche due marchigiani: Chiara Pietrucci di Senigallia e Mattia Debenedittis di Fano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2019 alle 18:04 sul giornale del 20 febbraio 2019 - 1463 letture

In questo articolo si parla di politica, Volt

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a4sk





logoEV
logoEV